Calcio – Serie B: la Top 11 della 36° giornata

Calcio – Serie B: la Top 11 della 36° giornata

Ecco il top team di giornata: 4-3-1-2 affidato a Roberto Boscaglia, tecnico del Novara

36° giornata in Serie B. 21 gol realizzati. 6 vittorie interne, 2 pareggi, 3 vittorie esterne. 3 rigori assegnati (realizzati). 2 espulsioni.

Ecco il top team di giornata: 4-3-1-2 affidato a Roberto Boscaglia, tecnico del Novara.

Minelli (Brescia): pochi interventi difficili, tanta sostanza. Soprattutto nelle uscite. Cagni scarta il regalo del Benevento e festeggia il primo successo sulla panchina delle Rondinelle.

Dickmann (Novara): la sua duttilità è una delle chiavi del successo piemontese. Difende con dedizione, attacca con grande pericolosità. Grande continuità, stagione da applausi per lui.

Diakite (Ternana): al posto giusto nel momento giusto, gira in rete il tocco di Avenatti e regala il meritato pari ai suoi. Liverani sorride e mette in cascina un altro punto pesante.

Djimsiti (Avellino): impeccabile in anticipo, insuperabile di testa. Annulla gli attacchi del Pisa senza commettere sbavature. Novellino butta Gattuso giù dalla Torre e “vede” la salvezza.

Eguelfi (Pro Vercelli): chiude bene, riparte anche meglio. Da una sua conclusione respinta nasce il gol vittoria di Comi. 10 risultati utili di fila: Longo mette le mani sulla salvezza.

Crimi (Cesena): martella in mezzo al campo, pressando e ringhiando su tutti gli avversari. Lo Spezia dopo il Pisa: Camplone infila il bis e allontana le streghe dalla Romagna.

Bianco (Carpi): domina la scena, eccellendo in entrambe le fasi di gioco. Sfiorando anche il gol. Castori supera Colantuono (5° ko consecutivo in trasferta) e riacciuffa la zona playoff.

Bessa (Verona): rompe l’equilibrio con una sassata all’incrocio, poi entra nel gol della sicurezza di Pazzini. Pecchia ruggisce e riaggancia il Frosinone al secondo posto in classifica.

Rosina (Salernitana): il capitano ispira la rimonta contro il Latina con il gol del pareggio e tanti tocchi di classe pura. Bollini dimentica il pesante flop di Terni e torna a sperare nell’obiettivo playoff.

Macheda (Novara): 2 gol (prima doppietta italiana), rigore procurato, tanto lavoro per la squadra. Con lui e Galabinov (ottima intesa tra i due) il Novara può dare fastidio a tutti.

Antenucci (Spal): fortuna ed astuzia. Rialza la capolista con 2 colpi dei suoi. Semplici ribalta il Trapani e allunga in vetta. Countdown cominciato: la Serie A è sempre più vicina.

All. Boscaglia (Novara): il suo 5-3-2 è una fisarmonica dal suono dolcissimo. Mette in scacco Marino e rilancia forte la propria candidatura in ottica postseason.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy