Serie B – La Top 11 della 30° giornata

Serie B – La Top 11 della 30° giornata

Ecco il top team di giornata: 3-4-3 affidato a Stefano Colantuono

30° giornata in Serie B. 17 gol realizzati. 6 vittorie interne, 4 pareggi, 1 vittoria esterna. 4 rigori assegnati, 2 realizzati. 5 espulsioni. Ecco il top team di giornata: 3-4-3 affidato a Stefano Colantuono, tecnico del Bari.

Cragno (Benevento): salva il risultato superandosi nel finale sugli affondi di Palermo e Diaw. Benevento a rilento (2 punti in 4 gare): la A diretta si allontana dalle parti del Vigorito.

Zaccardo (Vicenza): nella sfida dei campioni del mondo lui è quello che brilla di più. Convincente dietro, regala ad Ebagua il pallone del pareggio biancorosso.

Vicari (Spal): annulla il pericolo Cocco con grande disinvoltura, dirigendo al meglio i suoi compagni di reparto. Lucido e sicuro anche quando c’è da fronteggiare la doppia superiorità numerica.

Mengoni (Ascoli): tanto lavoro da fare, lo sbriga con grande decisione. Insidiando Nicolas nell’unico blitz offensivo dei marchigiani. Verona murato: Aglietti riparte dopo 3 ko consecutivi.

Furlan (Bari): pimpante ed incisivo, gioca una gara di grande intensità. Sigillata dal gol della vittoria sul preciso invito di Daprelà. Tabù sfatato, primo gol con la maglia dei galletti.

Schiattarella (Spal): leader del centrocampo, dirige l’orchestra con grande visione di gioco. Semplici stende anche Camplone e vola in testa alla classifica. Il sogno estense continua.

Djokovic (Spezia): rimette in carreggiata i suoi con la gentile collaborazione di Radunovic. Terzo gol in campionato, sempre più incisivo. Il fortino del Picco rilancia le ambizioni playoff della truppa di Di Carlo.

Di Noia (Ternana): timbra la seconda doppietta stagionale regalando un felice debutto a Liverani. Trapani battuto e agganciato: le Fere tornano a sperare nella salvezza.

Mbakogu (Carpi): imbeccato da Fedato trova il primo gol della sua nuova avventura italiana. Castori festeggia, rompe l’astinenza e trova la prima gioia esterna del 2017.

Ebagua (Vicenza): il suo ingresso cambia la sfida con il Pisa. Il gol del pareggio, tanta presenza. Bisoli rimonta e vince, Gattuso ringhia sugli errori dei suoi giovani allievi.

Coda (Salernitana): Rosina ispira, lui colpisce con un tocco di rapina in area di rigore. Bollini avanza e chiude l’avventura di Brocchi sulla panchina delle Rondinelle.

All. Colantuono (Bari): si mette a specchio e spezza la serie positiva del Frosinone. In casa vola, se riesce a trovare continuità fuori può piazzare la grande sorpresa in chiave A diretta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy