Serie B – La Top 11 della 7° giornata: campo e panchina, Avellino pigliatutto

Serie B – La Top 11 della 7° giornata: campo e panchina, Avellino pigliatutto

Dominio biancoverde nel nostro appuntamento settimanale coi migliori undici dell’ultimo turno del torneo cadetto

31 gol realizzati (197 totali); 4 vittorie interne (34); 4 pareggi (24); 3 vittorie esterne (18); 5 rigori assegnati (26); 5 rigori realizzati (21); 5 espulsioni (15)

Ecco il top team di giornata: 4-3-3 affidato a Walter Novellino, tecnico dell’Avellino.

Lanni (Ascoli): il Palermo è spuntato ma lui fa il suo. Attento su Coronado, decisivo su Rispoli. Con la porta chiusa (1 gol subito nelle ultime 3) Maresca dà continuità al bel blitz di Cesena.

Dickmann (Novara): frustata di testa su preciso angolo di Sansone. Corini riprende Stroppa e tira un sospiro di sollievo dopo due ko consecutivi.

Coda (Pescara): lucido e preciso, in crescita dopo un inizio da film horror. A Zeman non piacerà, ma avere la difesa blindata porta punti pesanti a casa.

Domizzi (Venezia): gira in rete l’angolo di Bentivoglio all’ultimo assalto. Inzaghi trova i gol, ritrova la vittoria e strozza in gola l’urlo della rimonta di Pochesci.

Lopez (Spezia): diagonale perfetto all’angolino e Picco in delirio. Gallo trova il terzo successo consecutivo in casa e festeggia al meglio l’arrivo di bomber Gilardino.

Troiano (Entella): rigore ripetuto senza alcuna esitazione. Con un perfetto cucchiaio vietato ai deboli di cuore. Tabù sfatato: dopo undici mesi l’Entella ritrova il successo in trasferta.

Vives (Pro Vercelli): sale in cattedra sull’1-2 e guida i suoi fino al roboante 5-2. Con gol e giocate di categoria superiore. Grassadonia salva la panchina e condanna Camplone.

D’Angelo (Avellino): completa la rimonta biancoverde con un perfetto inserimento sul cross di Laverone. Dopo il Venezia, l’Empoli: ci pensa sempre il capitano.

Sprocati (Salernitana): con lui in campo è tutta un’altra musica. Segna e dà pepe all’attacco granata. In questo momento è un delitto rinunciare a uno come lui.

Caracciolo (Brescia): il suo ingresso cambia molto al Brescia. Gol (125° in 
</p>
</div>

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy