Serie B – La Top 11 della quarta giornata

Serie B – La Top 11 della quarta giornata

I migliori calciatori dell’ultimo turno scelti dalla nostra redazione

Quarta giornata in serie B. 30 gol realizzati. 5 vittorie interne, 5 pareggi, 1 vittoria esterna. 3 rigori assegnati, tutti trasformati. 1 espulsione. Ecco il top team di giornata: 4-3-1-2 affidato a Roberto Venturato, tecnico del Cittadella.

Chichizola (Spezia): festeggia le 100 presenze con i liguri salvando il risultato sulla botta di Vajushi. Parata d’oro: Di Carlo sblocca la pareggite e trova i primi tre punti della stagione.

Romulo (Verona): la vittoria gialloblu nasce dal suo lato. Fa ammattire Crecco e sfonda a ripetizione. Trova la gioia personale sul gentile omaggio offertogli da Gonzalez.

Sabbione (Carpi): centrocampista di ruolo, difensore per necessità. Trova subito i tempi giusti e fa una bella figura davanti ad uno degli attacchi top del campionato.

Lisuzzo (Pisa): il salvataggio su Morosini pesa quanto il gol realizzato da Eusepi. Carisma e personalità: il leader incontrastato della miglior difesa della cadetteria.

Beghetto (Spal): titolare a sorpresa, si rivela uno dei migliori. Disegna dal corner l’assist per il gol di Giani e spinge fino alla fine. Pendolino inesauribile.

Signori (Vicenza): costruisce il blitz di Salerno con due precisi tiri all’angolino. Coraggio e spirito di sacrificio, dopo il brutto inizio i biancorossi di Lerda hanno rialzato la testa.

De Vitis (Latina): papà Antonio colpiva in area di rigore, lui invece dipinge capolavori dalla distanza. Dopo il Verona, il Benevento. Infortuni alle spalle, sta ritrovando fiducia.

Sciaudone (Spezia): si procura il rigore (quanti dubbi) del vantaggio, poi trova l’assist per il raddoppio di Piu. Sempre sul pezzo, una spina nel fianco sinistro della Pro.

Falletti (Ternana): nel derby della tristezza, trova un gioiello con uno splendido destro all’incrocio. Buone premesse: il folletto rossoverde è pronto a vivere un’altra grande annata.

Strizzolo (Cittadella): prima da titolare, subito doppietta. Da opportunista e dopo una bella sgroppata. Novara ko: la dura legge dell’ex colpisce ancora e porta la classe operaia in paradiso.

Maniero (Bari): letale di testa, glaciale dal dischetto. Quattro reti, sette punti portati a casa. Al momento il Bari è lui. E pensare che è stato sul mercato fino all’ultimo giorno.

All. Venturato (Cittadella): quattro vittorie su quattro, miglior attacco, 5 punti di vantaggio sulle seconde. Una macchina perfetta costruita con lavoro e competenza. Annotare e prendere appunti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy