Avellino Basket, sindaco Ciampi: “Lavori al palazzetto divisi in step. Abbiamo scongiurato il rischio di perdere il finanziamento”

Avellino Basket, sindaco Ciampi: “Lavori al palazzetto divisi in step. Abbiamo scongiurato il rischio di perdere il finanziamento”

Le parole del sindaco Vincenzo Ciampi sui lavori al PalaDelMauro

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Stamane si è riunita una commissione del comune di Avellino per decidere il da farsi sui lavori al PalaDelMauro. Lavori, che, come ha affermato l’assessore allo sport, Buglione, saranno ultimati dopo le Universiadi e che saranno divisi in step. 

Il sindaco Vincenzo Ciampi replica alla collega della giunta, con un post su facebook, dove afferma che i lavori inizieranno a breve e che la giunta comunale si è mossa in maniera ottimale per non intralciare il lavoro della Scandone Avellino e per non perdere il finanziamento.

Questa la nota del primo cittadino di Avellino: “Universiadi 2019: i lavori al Palazzetto dello Sport di Avellino partiranno quanto prima, al massimo entro un paio di settimane. La nostra amministrazione, su iniziativa dell’assessore allo Sport Donatella Buglione, ha convocato un tavolo tecnico con l’Aru, l’Agenzia Regionale Universiadi. L’incontro è stato proficuo. In giornata, la ditta incaricata dei lavori ed i tecnici del Comune, invieranno all’Aru una nota, nella quale sarà dettagliato il cronoprogramma. L’Agenzia ci darà risposta scritta, con cui ci consentirà di completare i lavori oltre la data di consegna stabilita che potrebbe essere anche al termine delle Universiadi stesse.

La decisione di dividere i lavori in step, è quanto mai opportuna, perché consentirà alla Sidigas Scandone di giocare il campionato e di allenarsi regolarmente al Palazzetto dello Sport. La Sidigas è un fiore all’occhiello per la città di Avellino e per l’intera provincia e non potevamo di certo creare problemi alla società ed alla squadra.

Nel più breve tempo possibile, dunque, partiranno i lavori esterni al Palazzetto. Saranno effettuati gli interventi alla porta tagliafuoco, alle vetrate, ai tornelli, alla copertura esterna, all’asfalto. All’interno sarà possibile agire soltanto per il rifacimento della tribuna riservata alla stampa. Dopo le Universiadi, si interverrà sul parquet, sul cubo, sull’impianto elettrico e su quello sonoro e sulla controsoffittatura.

Abbiamo agito con grande solerzia ed attenzione, coniugando le esigenze della Sidigas al rischio di perdere i finanziamenti. Rischio che è stato scongiurato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy