Basket Avellino – Alla Sidigas non basta il cuore di Green: Reggio Emilia passa al DelMauro

Basket Avellino – Alla Sidigas non basta il cuore di Green: Reggio Emilia passa al DelMauro

Primo stop casalingo in campionato per la formazione di Sacripanti

Si ferma la striscia vincente casalinga in campionato per la Sidigas Avellino che si arrende alla Grissin Bon Reggio Emlia nello scontro diretto che metteva il secondo posto in classifica. La formazione di Menetti espugna il PaladelMauro con 22 punti di Della Valle mentre sulla sponda biancoverde non bastano i 27 di Green (7/11 da tre punti). I lupi incassano il secondo ko di fila dopo quello di martedì scorso contro Ostenda. Coach Sacripanti deve così rinviare l’appuntamento con la 300° vittoria in serie A.

Partenza lanciata della Grissin Bon che attacca con decisione il ferro: Needham apre le danze mentre Cervi vola sopra quelli che sono stati i suoi ferri nella scorsa stagione. La Scandone comincia ad ingranare dopo quattro minuti quando è Ragland a trovare la via del canestro contro l’arcigna difesa ospite che non manca di far sentire la propria fisicità (5-6 al 5’). Le lunghe leve di Cusin valgono la parità ma Aradori sorprende in due sequenze ravvicinate la retroguardia irpina. A riaccendere il diesel per Avellino sono Leunen e Fesenko ma De Nicolao ed ancora Aradori rimettono la freccia del sorpasso non sbagliando dalla distanza.

Green e Della Valle si rispondono nel giro di pochi secondi coi piedi dietro la linea dei tre punti. Bonacini si prende una stoppata da pallavolista di Fesenko che dall’altra parte riporta in equilibrio il match (21-21 al 13’). Il match non ha un vero e proprio padrone: la mano del compagno di nazionale Cusin e i tiri liberi di Obasohan regalano le momentanee tre lunghezze di vantaggio ma Cervi mangia in testa ai lunghi biancoverdi. I padroni di casa sono abili a restare con la testa nel match trovando in Leunen la propria àncora di salvezza dopo che Della Valle aveva trovato la tripla del + 6 (31-37 al 19’). La pausa per l’intervallo non fa perdere smalto alle polveri reggiane che riescono a reggere l’urto biancoverde guidato dall’esperienza di Green e Leunen ma Needham fa scattare il primo campanello d’allarme quando porta i suoi sul + 11. Della Valle apre la strada per la bombarderia biancorossa (sei triple nel solo terzo periodo): a spalleggiarlo ci sono Aradori e Polonara mentre la Scandone si affida più del dovuto al gioco perimetrale ed atletico di Randolph (51-60 al 29’). Il cinismo della Grissin Bon non lascia scampo ai padroni di casa quando Aradori pesca Delroy James per la tripla del rinnovato + 10 (58-68 al 33’). Il talento di Ragland ed il cuore di capitan Green riaprono una gara quasi chiusa a due giri di lancette dal suono della sirena finale (70-74). I quattro punti di Cervi ed una palla persa di Green che chiudono la pratica per la truppa di Menetti che vola così al secondo posto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy