Basket Avellino – Arriva Milano: Sidigas, che la terza volta sia quella buona

Basket Avellino – Arriva Milano: Sidigas, che la terza volta sia quella buona

Posticipo di lusso al PaladelMauro contro la capolista: irpini in emergenza, lombardi in striscia positiva

Come nello scorso campionato la sfida tra Sidigas Avellino ed EA7 Milano (palla a due alle ore 20:45) andrà in scena nel posticipo del lunedì, ripresa dalle telecamere di Sky Sport. Come ricordava coach Sacripanti nel post gara della sfida vinta contro la Juventus Utena quella contro le “scarpette rosse” è la gara del campionato. Peccato che la Scandone rischi di disputarla senza il suo miglior uomo, Joe Ragland, rimasto fermo nella seduta svoltasi domenica mattina a causa del colpo alla spalla sinistra incassato nell’ultimo match di Champions League contro la Juventus Utena.

La possibile assenza del regista (ex di turno insieme a Green), oltre a quella di Marco Cusin, rischia di condizionare il piano partita che lo staff tecnico ha dovuto preparare in queste ore di avvicinamento alla sfida. Si proverà a farlo scendere in campo qualora le condizioni della spalla dovessero migliorare dopo un attento provino in giornata.  Alla luce di tali premesse la Sidigas scenderà sul parquet con la determinazione di chi vorrà mettere in difficoltà l’attuale capolista del campionato pur sapendo che dall’altra parte ci sarà un’avversaria che è reduce da tre successi consecutivi in campionato (Pesaro, Cantù e Capo d’Orlando) mentre in Eurolega, seppur ultima in classifica con soli dodici punti,  ha dato filo da torcere al Real Madrid lo scorso venerdì, arrendendosi soltanto con cinque lunghezze di scarto (94-89).

La Scandone ha la possibilità di acciuffare il secondo posto in campionato alla luce del passo falso della Reyer Venezia in quel di Capo d’Orlando e della crisi della Grissin Bon Reggio Emilia nel posticipo di Sassari che ha sancito il 4° ko di fila dei biancorossi (LEGGI QUI).

Trentotto sono i precedenti tra queste due squadre, l’Olimpia comanda 26-12. Negli ultimi quattro anni l’unica sconfitta subita in casa da Milano è arrivata proprio con la Sidigas nella stagione scorsa, 81-80, tripla di Maarty Leunen allo scadere. Quello odierno è il terzo confronto stagionale tra le due formazioni già affrontatesi il 25 settembre nella finale di Supercoppa italiana al Medionalum Forum di Milano, teatro poi del confronto nel match d’andata in cui un positivo Kyrylo Fesenko non bastò alla Scandone per aver ragione di una Olimpia che si impose per 87-81.

Tutti dovranno dare un contributo maggiore rispetto ai propri standard. “Dovremo mettere in campo il doppio dell’energia e sfruttare il fattore casalingo. ” suggerisce Giovanni Severini parlando ai nostri microfoni (ASCOLTA QUI).

Avellino vuol tornara a ruggire contro la capolista del campionato ed invertire il trend negativo contro le “scarpette rosse”. Magari con l’apporto del pubblico delle grandi occasioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy