Basket Avellino – Bucchi teme la Scandone: “Per batterli non basterà la gara perfetta”

Basket Avellino – Bucchi teme la Scandone: “Per batterli non basterà la gara perfetta”

Il coach di Pesaro mette in guardia i suoi dal potenziale offensivo degli irpini

Commenta per primo!

Il coach della Consultinvest Piero Bucchi ha presentato la partita casalinga di domenica con la Sidigas Avellino nella sede di Pesaro della SisalWinCity. “Gli allenamenti sono stati proficui, è stata una buona settimana di lavoro. I ragazzi hanno mostrato gran voglia, stiamo sicuramente progredendo. Avellino è una grandissima squadra con obiettivi altissimi. Non sarà certo una gara semplice per noi: domenica dovremo essere molto compatti come squadra, poiche’ loro hanno grandi individualità, con gente che viene da Eurolega o Nba. Dovremo stare molto uniti in difesa e in attacco se vogliamo vincere la partita. Con Torino e Cantù abbiamo mostrato sprazzi molto buoni, del resto in trasferta paghi duramente anche i più piccoli errori. Sono state però due gare positive contro due buone squadre. Dobbiamo limare gli errori e spalmare le cose buone su 40 minuti. Se prendiamo singolarmente i giocatori di Avellino, vediamo che hanno tutti qualità fisica e tecnica e sono coperti in tutti i ruoli. Fesenko accentra molto il gioco e per loro è molto importante, capace com’è di scaricare fuori la palla. Abbiamo lavorato a 360° gradi su tutto questa settimana, siamo un gruppo giovane e ne abbiamo bisogno. Non avendo punti deboli, Avellino va affrontata con molta attenzione, ci vorrà intensità e grande spirito di gruppo. Contro di loro è facile scoprirsi. Muovono molto la palla in attacco, sono pericolosi dentro e fuori, hanno talento ed esperienza. Se vogliamo batterli dovremo andare al di sopra delle nostre normali possibilità. Abbiamo tanto bisogno del pubblico, con Brescia il loro contributo è stato molto importante: ci servirà tutto il loro calore, siamo una squadra giovane”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy