Basket Avellino – Continuità e vittoria: la Sidigas a caccia dei due punti contro Zagabria

Basket Avellino – Continuità e vittoria: la Sidigas a caccia dei due punti contro Zagabria

Senza Cusin la Scandone scommette su Fesenko e sulla duttilità di Zerini nell’ultimo match del 2016 della Baskteball Champions League

L’assenza di Marco Cusin nel match di questa sera contro il Cibona Zagabria non vuol rappresentare un alibi per la Sidigas Avellino che alle 20:30 riabbraccerà il pubblico del PaladelMauro dopo il trittico di appuntamenti in trasferta chiuso dal successo in campionato di domenica pomeriggio sul campo della Vanoli Cremona. La formazione di coach Sacripanti vuol dare continuità a quanto di buono fatto vedere nella sfida del PalaRadi, soprattutto nella seconda parte di gara quando ha potuto imporre il proprio ritmo che ha consegnato i due punti finali ai biancoverdi. Ieri pomeriggio la squadra di coach Sacripanti si è ritrovata in palestra per definire i dettagli del confronto contro la rivale croata che ritorna a calcare il parquet di contrada Zoccolari dopo sette anni.

Contro il Cibona Zagabria la musica sarà completamente diversa vuoi per la stoffa dell’avversario vuoi per le motivazioni che animeranno il confronto. Ragland e soci devono dimenticare rapidamente la sconfitta di Strasburgo ed il conseguente sorpasso in classifica dei francesi ai danni degli irpini. La mente dei cestisti sarà rivolta a vincere contro gli uomini di Mulaomerovic ma si terrà d’occhio quanto accadrà sugli altri campi, in particolare a quale sarà il risultato di Tenerife – Utena e dello stesso Sig che se la vedrà in casa dell’Oostende.
Sulla sponda avellinese quella di stasera può e deve essere la gara di Kyrylo Fesenko, meno determinante rispetto a qualche settimana fa quando fu eletto Mvp della settima giornata della Basketball Champions League dopo il trionfo in Lituania. L’ucraino è l’arma per contrastare sotto le plance il colosso Ante Zizic che sarà uno dei perni della manovra offensiva del Cibona al pari di Scottie Reynolds e Sakic.

Vincere vorrebbe dire trascorrere un Natale con maggiore serenità e concentrarsi per i prossimi dieci giorni prettamente sul campionato dove ad attendere la Sidigas ci saranno prima la Betaland Capo D’Orlando e poi la Pasta Reggia Caserta. Consolidare il miglior piazzamento in ottica Final Eight è una delle missioni di questa lunga stagione della Scandone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy