Basket Avellino – La sfida si rinnova: Sidigas é l’ora della rivincita con Sassari

Basket Avellino – La sfida si rinnova: Sidigas é l’ora della rivincita con Sassari

I lupi incrociano nuovamente le armi contro il Banco di Sardegna dopo la recente Final Eight di Rimini

Dopo quello contro l’Umana Reyer Venezia, la sfida contro il Banco di Sardegna Sassari é diventato un altro consueto appuntamento della stagione della Sidigas Avellino. Al PaladelMauro questa sera alle 20:30 adrà in scena il secondo appuntamento a distanza di un mese (era il 17 febbraio) dal quarto di Final Eight di Rimini in cui ad avere la meglio é stata la formazione di Pasquini che si imposta per 69-68. Un ricordo amaro che i biancoverdi vogliono cancellare, approfittando del rinnovato entusiasmo maturato dopo il blitz di Reggio Emilia di domenica scorsa.

In quell’occasione coach Sacripanti ha attuato il cosidetto turnover con l’inserimento di Obasohan al posto di Joe Ragland alle prese con la spalla sinistra dolorante. Il controllo medico di giovedì ha confermato come il problema persista ancora e ciò potrebbe spingere lo staff tecnico a far sedere ancora in tribuna il regista di West Springfield ma questa decisione potrebbe essere soggetta a mutamenti dell’ultima ora. La certezza, invece, è data da David Logan che giocherà da atteso ex contro la compagine isolana con cui ha vinto il triplete (Coppa Italia, scudetto e Supercoppa Italiana). Il quarto periodo e il tempo supplementare del match al PalaBigi confermano i passi in avanti nell’inserimento dell’ex Lietuvos. Il suo contributo sarà prezioso tenendo conto della scarsa condizione di Levi Randolph alle prese con un attacco febbrile che lo ha limitato negli allenamenti questa settimana.

Avellino – Sassari è un confronto importante in chiave alta classifica tra la terza e la quinta del ranking. Rispetto ai precedenti due confronti stagionali, la Dinamo ha aggiunto a fine febbraio l’ex Cremona, Cantù e Trento la guardia – ala David Lighty. Il roster biancoazzurro, dopo l’addio a Darius Johnson- Odom, può disporre di tante armi nel proprio arco: dai ritmi di gioco dettati da David Bell ai punti e all’estro nello spot di guardia di Trevor Lacey così come l’esperienza di Savanovic o l’atletismo di Lawal nel pitturato senza dimenticare l’impatto che possono offrire Devecchi o lo stesso Brian Sacchetti. Il Banco di Sardegna è una delle realtà in ascesa negli ultimi mesi di regular season (quattro vinte e tre perse dopo il giro di boa). La sconfitta casalinga contro l’EA7 Milano non macchia il percorso condotto dai ragazzi del presidente Sardara che, insieme a Venezia, rappresentano l’Italia nei quarti della Basketball Champions League.

Per la Sidigas inizia un tour – verità col primo di una serie di scontri diretti. Ci sarà curiosità nel capire se dopo Reggio Emilia ci sarà l’invocata continuità di rendimento anche nel match odierno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy