Basket Avellino – La Sidigas scalda i motori in vista di un mezzogiorno di fuoco

Basket Avellino – La Sidigas scalda i motori in vista di un mezzogiorno di fuoco

Cambia l’orario di allenamento, domenica si ritorna a Milano, l’assistant coach Oldoini: “Nulla è scontato, eviteremo gli errori commessi in Supercoppa”

Ieri pomeriggio la Scandone si è ritrovata al PaladelMauro per cominciare a prepare la gara di domenica alle ore 12 al Medionalum Forum di Milano. Da quest’oggi la formazione di coach Sacripanti si allenerà al mattino per abituarsi all’impegno contro l’EA7, affrontata nella recente finale di Supercoppa. Fesenko si è allenato col gruppo sebbene si sia sottoposto a delle terapie  alla caviglia che sta condizionando il rendimento in questo primo scorcio della sua avventura irpina.

Milano è un’ottima squadra con tanti giocatori di livello internazionale. Non ci saranno particolari vantaggi per noi ma sarà una delle numerose gare di cartello che andremo ad affrontare questa stagione. Dobbiamo crescere in determinati aspetti del gioco che mal ci sono riusciti nella finale di Supercoppa. C’è da dire che non sempre le cose possono andare male.” E’ il pensiero di Massimiliano Oldoini, assistant coach della Sidigas che sottolinea come: “Queste due settimane che ci separano dall’esordio nella Champions League Basketball dovranno essere utilizzate per perfezionare i nostri meccanismi prima che il calendario ci imponga di allenarci non più di due-tre volte a settimana.

I numeri della prima giornata sorridono ad Avellino. Nella classifica dei cinquenmigliori realizzatori di giornata c’è Levi Randolph che si posiziona in quinta piazza coi suoi 22 punti messi a segno contro la Fiat Torino. Identica posizione per la guardia dell’Alabama anche per ciò che concerne la valutazione (26). Primo posto per Marques Green nella speciale graduatoria degli assist (11).

Con le vittorie nei posticipi ad opera della Vanoli Cremona (sulla The Flexx Pistoia) e del Banco di Sardegna Sassari (contro la Openjobmetis Varese) è andato in archivio il primo turno. Pronostici della vigilia rispettati con le sole eccezioni del passo falso della Red October Cantù che si è arresa all’Umana Reyer Venezia e della Grissin Bon Reggio Emilia andata ko soltanto nei secondi finali sotto i colpi di Giuri che hanno spianato la strada del successo alla Pasta Reggia Caserta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy