Basket Avellino – Quarto periodo da cineteca: la Sidigas passa in casa della Juventus Utena

Basket Avellino – Quarto periodo da cineteca: la Sidigas passa in casa della Juventus Utena

Obasohan, Fesenko e Ragland guidano al blitz in terra lituana

Un ultimo periodo a dir poco perfetto regala alla Sidigas Avellino i due punti sul campo della capolista Juventus Utena. Dal meno nove al più dieci finale nel quarto periodo propiziato da Obasohan, Fesenko (25 punti e 13 rimbalzi) e Ragland che permettono alla Scandone di battere la Juventus Utena per 85-75 infliggendo ai lituani il secondo stop nella Basketball Champions League. I lupi riscattano la sconfitta di sei giorni fa contro Tenerife e si riportano in vetta alla classifica del girone D. A cominciare bene è la formazione di Sireika che mette le marce alte in attacco sorprendendo in più di una circostanza la difesa irpina con Sulskis e Galdikas. E’ Fesenko l’uomo della Provvidenza nei primi minuti di gara col centro irpino autentico terminale offensivo  ed autore dei primi nove punti di squadra (11-9 al 6’).  Il cinismo dell’attacco lituano produce canestri con una continuità (specie nel pitturato con sedici dei primi diciannove punti iscritti a referto) che non piace allo staff tecnico biancoverde: Parker e   Vasylius regalano le otto lunghezze di vantaggio mentre dall’altra parte i neoentrati Zerini, Obasohan e Cusin provano a ridurre il gap (24-21 al 10’). Sale in cattedra Diggs con sei punti in apertura di seconda frazione che riportano entusiasmo alla Utena Arena (30-21). La Scandone non segna per i primi due giri di lancette prima che Ragland vada fino al ferro con la moto. La gara si infiamma con una serie di botta e risposta tra lo stesso Diggs e Leunen dall’arco prima che le due formazioni si affidino ai due centri (Galdikas e Fesenko). La velocità di Obasohan preoccupa Sireika ma il controllo dei rimbalzi e la maggiore reattività biancorossa non bastano ad addomesticare la sfuriata irpina che registrerà un secondo atto sull’asse Ragland – Fesenko a pochi secondi dal rientro negli spogliatoi (43-39 al 20’). Nella ripresa arriva il momento di Levi Randolph che timbra il cartellino con cinque  punti consecutivi. L’estro della guardia uscita da Alabama infonde fiducia ai compagni di squadra e consegna l’inerzia alla Sidigas che trova la parità al 25’ con un jumper in arretramento di Adonis Thomas che chiude un parziale di 11-7 in cui c’è lo zampino di un Fesenko affidabile ai tiri liberi (50-50). Il timeout di Sireika genere un controbreak locale di 10-4 con Sirutavicius autore di ben cinque punti. La Scandone non molla la presa ma l’esperienza della Juventus aiuta a gestire il vantaggio (65-58 al 30’). Obasohan apre la strada al sorpasso dei lupi (due schiacciate contro Galdikas ed una tripla) mentre Ragland sigla addirittura il primo sorpasso del match (69-74 al 36’) infilando sette punti al pari del belga, autentici protagonisti del parziale di 16-4 interrotto da Diggs. Nel finale la mano non trema al trio Fesenko- Ragland ed Obasohan che completano l’impresa nel gelo della Lituania.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy