Basket Avellino – Sacripanti: “Attenzione alla forza di Caserta al Palamaggiò, per la Sidigas inizia una settimana importante”

Basket Avellino – Sacripanti: “Attenzione alla forza di Caserta al Palamaggiò, per la Sidigas inizia una settimana importante”

“Sosa un giocatore straordinario, controllare il ritmo è una delle chiavi del match”

Sarà un Capodanno all’insegna del derby quello che sta caratterizzando queste ultime ore del 2017 per la Sidigas Scandone Avellino che domenica alle 20:45 giocherà al PalaMaggiò l’atteso confronto contro la Pasta Reggia Caserta. Per i biancoverdi una vittoria vorrebbe dire quarto posto assicurato al termine del girone d’andata e qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia nella parte alta del tabellone. Per i lupi c’è la massima attenzione perché la prossima settimana sarà fondamentale sul piano anche della Champions League: “Pensiamo ad una gara alla volta contro una Caserta che ha fatto benissimo sin qui anche se viene da tre ko di fila. E’ una squadra che è andata al di sopra delle aspettative. Caserta ha giocatori come Sosa che sa inventarsi canestri da solo o giocatori che sanno stare in campo come Czyz o Cinciarini con tanta forza mentale. Ha una identità precisa ruotando soltanto otto giocatori. In casa hanno perso una sola partita, quella con Pesaro. Gioca tanto il contropiede primario e fa un ottimo usa di pick and roll.”

Pericolosità della Pasta Reggia: “Sosa è un giocatore di un talento immenso che quando entra in gara può segnare in tutti i modi. Dal palleggio può creare delle situazioni di vantaggio, difendendo bene sul pick and roll.”

Confronto nel pitturato: “Quando giocano in casa trovano dei tiri con alte percentuali e gli spazi giusti. Alternano una difesa aggressiva sulla palla a quella contenitiva che ti sfidano al tiro. Se noi sapremo controllare il ritmo e capire quando spingere in ripartenza sarà una delle chiavi. In caso contrario ci esporremo molto al loro modo di giocare.”

Obiettivi per il nuovo anno: “Avendo un altro anno di contratto con la Scandone, spero di poter proseguire nel mio lavoro perché sono circondato da un ottimo entourage e con una proprietà ambiziosa. Aver mantenuto Avellino ai vertici dei due campionati cui stiamo prendendo parte è una delle mie più grandi soddisfazioni. Sul fronte della Nazionale per me resta una occasione unica poter lavorare al fianco del miglior allenatore italiano quale  Ettore Messina. Guardando al presente vogliamo lavorare in maniera affinché possa esserci una prosecuzione di quanto stiamo facendo adesso per il prossimo anno.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy