Basket Avellino – Sacripanti: “Brindisi avversaria dal gran talento, c’è voglia di riscattarci”

Basket Avellino – Sacripanti: “Brindisi avversaria dal gran talento, c’è voglia di riscattarci”

La Scandone ritorna in palestra per preparare la sfida contro l’Enel

Dopo l’amarezza per la sconfitta contro Tenerife la Sidigas Avellino vuol dar seguito alla vittoria di domenica scorsa a Sassari ospitando l’Enel Brindisi domenica pomeriggio in quello che viene ritenuto uno dei match più sentiti nella pallacanestro del Sud Italia. Il ko in Champions League deve esser un punto di partenza tenendo conto delle indicazioni positive: “Parto col fare due considerazioni su quanto fatto mercoledì. – afferma in conferenza stampa coach Sacripanti – Dobbiamo renderci conto che al PaladelMauro si è giocata una gara di altissimo livello contro un’avversaria che gioca con una intensità pazzesca. Al di là del risultato dobbiamo esser orgogliosi perché due anni fa era difficile pensar di giocare un match simile. Dobbiamo esser onesti con noi stesi per aver avuto un’opportunità del genere e sono contento del passo in avanti. Abbiamo dato dei segni di solidità con Randolph e Thomas che stanno prendendo confidenza nei propri ruoli. Quando giochi una partita come quella di mercoledì ti fa rabbia poi non aver vinto. Non dobbiamo dimenticarci che siamo Avellino e che siamo protagonisti di un percorso di crescita che ci ha visti giocare due finali negli ultimi anni. Si sta svolgendo un grande lavoro e giocarsi il primo posto come con l’Iberostar deve darci orgoglio. Ciò non vuol dire che dobbiamo accontentarci anche perché la stessa proprietà Sidigas ci fa da sprono a migliorarci sempre.”

Il talento dei pugliesi è una degli aspetti su cui la squadra biancoverde dovrà fare grande attenzione: “Contro Brindisi giochiamo una partita particolare perché l’Enel dispone di tantissimo talento con esterni che possono segnare sia nei giochi sia nel perimetro. I pugliesi si differenziano da noi nel modo di giocare: i loro contro uno contro uno è un aspetto da tener d’occhio. Vogliamo partire dalla nostra difesa arcigna per limitare il talento dei vari Goss, Joseph o Moore. L’attenzione ai particolari fa la differenza contro un’avversaria de genere e sarà una delle cose che chiederò ai miei ragazzi. Brindisi rispecchia in pieno la filosofia cestistica di Sacchetti.”

Controllare il ritmo della gara sarà uno degli argomenti tattici su cui lavorerà in queste ore lo staff tecnico: “Ci aspetta una partita esasperata sotto la gestione del ritmo. La squadra sta migliorando sotto questo aspetto: dopo i ventisette punti incassati nel primo quarto con Tenerife, c’è stata una crescita indiscussa ed è su questo che possiamo crescere.”

Sul momento vissuto da Obasohan Sacripanti prova a vedere il bicchiere pieno: “Pecca di fiducia in se stesso ma c’è da riconoscergli che sta sfruttando le sue doti fisiche dal punto di visto difensivo. Deve migliorare in dettagli che possono costarci caro in alcune situazioni delle partite e puntare sulle cose che già sa fare bene.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy