Basket Avellino – Sidigas, niente paura: a Venezia per sognare il gran colpo

Basket Avellino – Sidigas, niente paura: a Venezia per sognare il gran colpo

Si avvicina l’atteso derby negli ottavi di Champions League: la Scandone vuol tornare a ruggire in trasferta

“Niente paura” cantava Ligabue in una delle sue celebri hit, datata 2007. Un motto che dovrà accompagnare la Sidigas Avellino, partita ieri pomeriggio (vedi le foto), nella trasferta di Champions League in programma questa sera alle ore 20:30 in casa dell’Umana Reyer Venezia dell’ex Gianluca Tucci. Ad oltre un mese dal termine della regular season la compagine avellinese ritorna a respirare aria d’Europa dopo l’ultimo impegno giocatosi il 25 gennaio al PaladelMauro contro la Juventus Utena.

Si ricomincia da un derby che giocoforza dovrà togliere dalla scena una delle tre formazioni italiani che gareggiano nella suddetta competizione Fiba (l’altra rimasta in corso è il Banco di Sardegna che alla stessa ora se la vedrà al Palaserradimigni contro il Le Mans). Avellino contro Venezia è molto più di una semplice appuntamento di coppa quanto una rivalità sul parquet che è andata maturando settimana dopo settimana: dalla corsa al secondo posto per l’accesso alle Final Eight, al botta e risposta in campionato – in cui i lupi sono avanti di due lunghezze in classifica davanti ai lagunari fermi in terza posizione – ad un cammino europeo che indicherà soltanto una delle due concorrenti in questione. Reyer e Sidigas, reduci da una deludente Final Eight di Coppa Italia, si affrontano per la seconda volta in stagione dopo il duello del 4 dicembre vinto dagli orogranata al PaladelMauro.

Filosofie differenti per due realtà considerate competitors nella lotta scudetto contro l’EA7 Milano. Entrambe, inoltre, hanno attinto dal mercato con l’arrivo di David Logan in Irpinia ed Esteban Batista e Julyan Stone che potranno prender parte al torneo italiano.

La truppa di De Raffaele (leggi le sue dichiarazioni pregara)  si affiderà al fattore Taliercio che ha sempre registrato risultati favorevoli per Tonut e compagni (leggi qui) mentre la Scandone ha dimostrato di poter far saltare il banco anche in situazioni col pronostico contrario come nel caso del blitz a Tenerife nella regular season di Champions.  I tatticismi veneziani, le numerosi armi a disposizione (da Ejim ad Haynes fino a Ress, Peric o la verve al tiro di Bramos) sono state oggetto di attenta valutazione dello staff tecnico avellinese come ha lasciato intendere l’assistant coach Max Oldoini (leggi qui).

La Sidigas ha l’occasione di poter ribaltare un trend negativo in trasferta che l’ha vista perdente nelle ultime uscite. L’ultimo blitz dei biancoverdi risale proprio al trionfo in terra iberica contro l’Iberostar. L’arma in più sarà Joe Ragland che contro Venezia ha già rifilato un trentello in campionato ma ci si attende una risposta da Thomas dopo la pessima prova di Brescia mentre Logan potrà essere quel valore in più nei momenti decisivi.  Potrebbero essercene tanti al Taliercio ma per la Scandone è giunto il momento di vincere anche lontano dal PaladelMauro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy