Basket Cantù – Recalcati avvisa: “Ad Avellino possiamo ottenere una vittoria che ci regalerebbe la salvezza”

Basket Cantù – Recalcati avvisa: “Ad Avellino possiamo ottenere una vittoria che ci regalerebbe la salvezza”

Il coach della Mia sull’assenza di Fesenko: “E’ un dettaglio che potrebbe avvantaggiare la Scandone”

La Mia Cantù approderà ad Avellino con l’obiettivo di rialzarsi dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Torino e Varese nell’ultimo turno. Lo scrimmage settimanale contro Biella è stato utile per far giocare le cosiddette seconde linee e disputare un match di grande intensità contro un’avversaria che ben si sta comportando in serie A2. “In Irpinia possiamo conquistare la salvezza matematica, non potremo far alcun tipo di programma ma dobbiamo vincere a prescindere.  – dichiara coach Carlo Recalcati in conferenza stampa – Contro la Sidigas dovremo giocare al massimo delle potenzialità: la Scandone avrà grandi motivaizoni dal punto di vista della classifica e dovranno conservare il terzo posto. Sono partiti con l’ambizione di giocare la finale scudetto contro Milano e la griglia diviene determinante in tal senso. Troveromo una squadra motivata al di là dell’assenza di Fesenko ma col recupero di Cuin. Senza il centro ucraino, il gioco non avrà eccessivamente un dimensione interna ed elementi come Ragland potranno trarre maggiori possibilità nel loro gioco in 1vs1. Si affideranno alla transizione e al pick and roll. Oltre al talento delle guardie, hanno elementi che sono fondamentali nel concetto di squadra come Zerini che giocherà anche da pivot. E poi ci sarà chi conoscete bene qui ovvero Maarten Leunen. Per come vedo io la pallacanestro europea, credo che in questo momento il fatto che Avellino giochi senza Fesenko possa rappresentare un vantaggio nell’affrontare Cantù.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy