Basket – E adesso diventa cruciale la prossima sfida contro Cremona

Basket – E adesso diventa cruciale la prossima sfida contro Cremona

La Sidigas ritrova il sorriso battendo Cantù: dal mercato ad una classifica sempre più equilbrata sarà una settimana decisiva per il team biancoverde

La domenica della palla a spicchi ci riconsegna una Scandone vincente che riesce a metter la museruola ad una mai doma Cantù che tiene testa ai biancoverdi per oltre trentacinque minuti di gioco. L’avvio sprint in apertura di match ed il season high di punti di Joe Ragland regalano un pomeriggio dalle mille emozioni al PaladelMauro. Psicologicamente era fondamentale battere la formazione di Recalcati – brava a recuperare lo svantaggio iniziale e trovare il vantaggio nella ripresa – per mettersi alle spalle il doppio passo falso in trasferta e lanciare un chiaro segnale alle contendenti al terzo posto, in particolare Trento e Sassari che puntano a soffiare la posizione in classifica ai biancoverdi. Ragland non potrà fare sempre i miracoli ma quanto ammirato ieri disegna orizzonti tutt’altro che pessimisti per la Sidigas che ha ritrovato il suo leader (lo si era già riscontrato lunedì scorso a Venezia) dopo un periodo di difficoltà a cui si è aggiunta la tribuna per tre partite.  E’ stato un match difficile – e questo Sacripanti lo ha dichiarato senza troppi giri di parole nel post gara – in cui la Sidigas ha dovuto fare i fronti sia col proprio attacco a mille (54,5% dalla lunga distanza) sia contro la difesa a zona degli avversari. Appare chiaro da qualche settimana che i coach avversari puntano su questa scelta tattica per metter il bastone fra le ruota all’attacco avellinese che segna ben cinquantuno nella ripresa. Saranno novantadue alla fine. Passare da dodici punti in 10′ di seconda frazione ai ventiquattro del terzo periodo seguiti daii ventisette dell’ultimo spicchio di gara suggeriscono una maggiore continuità offensiva in cui il ruolo di ognuno è decisivo negli equilibri. Sarà anche questa la missione che attenderà Logan e soci alla ripresa degli allenamenti quando le attenzioni si focalizzeranno sulla sfida di sabato sera contro la Vanoli Cremona, ultima della classe. Per la Sidigas anche in questo caso sarà decisivo sfruttare il fattore campo: la sconfitta di Venezia a Milano lascia qualche speranza di poter acciuffare ancora il secondo posto ma bisognerà guardarsi le spalle dall’assalto delle concorrenti, considerando che il calendario della Scandone non è dei più facili.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy