Basket – Gli scherzi del destino, un appuntamento da non poter sbagliare

Basket – Gli scherzi del destino, un appuntamento da non poter sbagliare

La Scandone ritrova Reggio Emilia nei playoff a distanza di un anno: la corsa verso la finale scudetto partirà dal DelMauro

Può sembrare uno scherzo ma leggere l’accoppiamento playoff nei quarti di finale contro la Grissin Bon Reggio Emilia ha fatto sorridere, anche un pò in maniera sarcastica. Il ko del PalaTrento consegna alla Sidigas Avellino un primo turno che definire caldo è forse riduttivo, ricordando quanto è avvenuto l’anno scorso in semifinale. Nell’intento della Scandone c’è quella voglia di prendersi la rivincita dopo lo stop in gara 7 del PalaBigi.  Si partirà sabato dal PaladelMauro. Il fattore campo sarà uno dei vantaggi  in questa serie a favore di Green e soci che confideranno anche e soprattutto nell’apporto del pubblico irpino per rifarsi con gli interessi a distanza di dodici mesi.

L’ultima gara di stagione regolare ha consegnato una Sidigas che ha giocato sui suoi standard per poco più di venti minuti, riuscendo a trovare le misure all’avversario  nonostante non disponesse dei due centri (Cusin e Fesenko) e con Jones fermo ai box. Domani potrebbero registrarsi delle novità sul recupero dall’infortunio del centro ucraino ma vederlo in campo sabato sera resta difficile. L’ex Jazz – ricordiamo – è stato uno dei fattori nel successo dello scorso 11 marzo in terra emiliana.

La Grissin Bon ieri è uscita sconfitta dal campo della già retrocessa Vanoli Cremona tra lo stupore di tutti per un risultato che nessuno avrebbe mai immaginato alla vigilia. Avellino – col suo staff tecnico ed i giocatori – dovrà esser brava ad annullare quei passaggi a vuoto che hanno accompagnato il proprio cammino (non ultimo il brutto inizio contro la Dolomiti Energia), potendo contare su un roster che può contare sia su quattordici giocatori sia su una qualità  superiore rispetto a quanto può disporre Reggio Emilia: da un Joe Ragland che può decidere quanto mettere la sua impronta sul match ad un David Logan che ha tutte le credenziali per essere quel “quid” mancante nei playoff 2016 passando per un reparto lunghi che dovrà farsi valere nonostante dall’altra parte ci sarà uno scomodo cliente come Julian Wright oltre ai noti Polonara, Cervi e le aggiunte di Reynolds e Williams.

Inizia dunque la settimana dei playoff. Un’esperienza, un’atmosfera che l’Irpinia vivrà per la quarta volta nella sua storia in serie A, la seconda consecutiva. Obiettivo migliorarsi e vincere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy