Basket – La corsa al secondo posto entra nel vivo: per Sidigas e Venezia i calendari più insidiosi

Basket – La corsa al secondo posto entra nel vivo: per Sidigas e Venezia i calendari più insidiosi

Sette giornate alla conclusione della stagione regolare, sette squadre separate da otto punti

La corsa per conquistarsi un posto tra il secondo e l’ottavo posto animerà queste restanti sette giornate di stagione regolare. Umana Reyer Venezia, Sidigas Avellino, Betaland Capo d’Orlando, Dolomiti Energia Trentino, Banco di Sardegna Sassari, Grissin Bon Reggio Emilia ed Enel Brindisi sono attualmente le restanti sette squadre dietro la capolista Milano a giocare oggi i playoff. Un distacco di otto punti anima queste squadre chiamate ad un cammino pieno di ostacoli da qui al 7 maggio quando è fissata  la 30° giornata. Analizzando le sfide che toccherà giocare ad ognuno dei club citati vengono fuori calendari ricchi di insidie. La Scandone giocherà le prossime due gare lontane dal PaladelMauro (Brindisi e Venezia il 3 aprile) prima del doppio confronto casalingo lombardo con Cantù e Cremona. La prima sta beneficiando della cura Recalcati mentre la seconda sta cercando di tirarsi fuori dall’ultimo posto della classifica. Capo d’Orlando e Trento attenderanno la Scandone che giocherà nel mezzo il derby con Caserta il 30 aprile.

Difficile sarà il percorso dell’Umana Reyer Venezia che domenica sarà di scena al PalaMaggiò mentre dopo la sfida con la Sidigas giocherà prima a Milano e poi a Brescia. Nelle tre giornate conclusive i lagunari dovranno vedersela in casa con Varese e Brindisi e a Sassari nel 14° turno.

I sardi dovranno sbagliare poco lontano dal Palaserradimigni: si parte da Cremona questo weekend e si terminerà a Caserta. Lacey e soci saranno chiamati ad imporsi a Trento e Torino, squadre con ambizioni di post season. Sull’isola, invece, atterreranno l’Enel Brindisi, Capo d’Orlando e Venezia. Un antipasto di ciò che potrebbero riservare gli accoppiamenti negli spareggi scudetto.

L’altra squadra isolana del torneo, Capo d’Orlando, dovrà disputare come Avellino e Venezia quattro match esterni (Varese, Pistoia, Sassari e Brindisi). Il fattore PalaFantozzi non vuol esser accantonato dagli uomini di coach Di Carlo che davanti al proprio pubblico se la vedranno al cospetto della Grissin Bon Reggio Emilia, della Sidigas e della Consultinvest Pesaro.

Proprio Reggio Emilia, riscattatasi col colpo a Pesaro, ha – sulla carta – il calendario meno tortuoso per quanto riguarda i confronti casalinghi: al PalaBigi arriveranno Brescia, Varese, Torino e Pistoia. Un dettaglio che potrebbe ritornare vantaggioso alla truppa di Menetti per risalire posizioni nel ranking.

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy