Basket Sassari – Pasquini: “Avellino squadra spietata, vogliamo riscattarci dopo la Coppa”

Basket Sassari – Pasquini: “Avellino squadra spietata, vogliamo riscattarci dopo la Coppa”

Il trainer dei sardi lancia la sfida ai biancoverdi: “In questi giorni ho sentito viva nel gruppo la voglia di migliorare ogni giorno”

Commenta per primo!

Conferenza stampa di presentazione anche per il Banco di Sardegna Sassari che è reduce dalla sconfitta al fotofinish in Champions League col Besiktas. Coach Pasquini chiede una reazione ai suoi giocatori avvertendoli delle caratteristiche e delle qualità della Sidigas Avellino:  “Il valore di Avellino lo conosciamo, hanno sempre vinto in trasferta, l’unico campo su cui sono caduti è Milano. È una squadra profonda, spietata, dalle grandi aspettative. Conosciamo però il nostro potenziale e siamo consapevoli della nostra qualità. Abbiamo la possibilità di testarci subito con una squadra solida e di questo valore, dopo Milano e Besiktas, una squadra che sa essere glaciale nei finali. Al banco di prova arriveremo pronti. Le ultime due sfide ci hanno dato risposte importanti sul livello e sul nostro stato di forma”.

Le due formazioni si sono affrontate già nel precampionato in due circostanze ma in situazioni completamente diverse. Rispetto a settembre la Scandone potrà contare su un Fesenko in più sotto le plance: “In precampionato abbiamo incontrato una squadra sensibilmente diversa, soprattutto per l’assenza di Fesenko, che ggi è una pedina fondamentale del loro gioco. La chiave della fluidità del loro gioco è il pick and roll tra Green e Ragland, quando mettono dentro Fesenko giocano tanto in postbasso. Attenzione però al valore di giocatori come Leuneen, Thomas, Ibasohan, che anno il loro impatto sulla partita”.

Il Banco di Sardegna ha la grande chance di riscattarsi immediatamente dopo il tiro di Weems che ha spezzato il sogno dell’impresa contro la compagine turca: “L’impressione che ho avuto è che i ragazzi vogliano ripartire dai 38’ giocati con quella intensità, in questi giorni ho sentito viva nel gruppo la voglia di migliorare ogni giorno. Dopo una partita come quella di martedì se sei una squadra di livello la sconfitta ti segna nelle prime ore ma poi diventa lo sprono e l’energia per dare di più la domenica. Solo il campo ci dirà se avremo capito la lezione o no. Sono profondamente convinto che domenica con Avellino ci faremo trovare pronti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy