Basket – Si pensa a Reggio Emilia, per coach Sacripanti sará il primo test veritá

Basket – Si pensa a Reggio Emilia, per coach Sacripanti sará il primo test veritá

C’é da smaltire la delusione dopo il tonfo con Venezia ma la proprietà vuole una reazione degna di nota nell’anticipo del PalaBigi

La Sidigas Avellino si ritroverà in palestra domani alle 12:00 per preparare, seppur con poco tempo a disposizione, la delicata trasferta di domenica nell’anticiò tv delle ore 12:00 contro la Grissin Bon Reggio Emilia. Utilizzando il concetto “ripartire da zero” venuto fuori nella conferenza stampa post Venezia, la Scandone dovrà rimettere insieme i cocci su un campo, il PalaBigi, la dove si era interrotta la cavalcata lo scorso anno in gara 7 di semifinale scudetto.  Umori completamente opposti quelli che si percepiscono in queste ore a contrada Zoccolari con la proprietà, cosi come l’intera piazza biancoverde, per nulla soddisfatta dell’uscita anzitempo dalla Basketball Champions League e di come sono maturate le cinque sconfitte consecutive.

Da Reggio Emilia la Sidigas dovrà aprire un nuovo corso per cercare di salvare il terzo posto in classifica. Patron De Cesare si attende una reazione degna di nota. Sacripanti é consapevole che una nuova sconfitta metterebbe a rischio la sua posizione (nonostante abbia un lauto contratto che scade il 30 giugno 2018) dopo aver visto sfumare in soli diciotto giorni due obiettivi stagionali come la Coppa Italia e la Champions League.

Per il trainer brianzolo é il momento più difficile dal suo arrivo in Irpinia. I recenti risultati non sono dalla sua parte così come l’infortunio di Cusin non ha agevolato il compito cosi come la ricerca di un suo sostituto. I retroscena racconterebbero anche di punti di vista divergenti tra lo stesso Sacripanti e il Diesse Alberani in merito al possibile inserimento di un centro al posto di Cusin: il manager forlivese aveva trovato l’accordo con Hamady Barro N’Diaye, lungo in uscita dall’Unicaja Malaga ma si é preferito tentare l’assalto a David Andersen, salvo poi non farsene più nulla.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy