Cusin prende altro tempo, la Sidigas pensa al cambio di strategia

Cusin prende altro tempo, la Sidigas pensa al cambio di strategia

Prosegue la trattativa col centro friuliano ma Alberani studia le alternative

“Gioco o non gioco con Avellino?”  Il dilemma che attanaglia Marco Cusin in queste ore, relativamente alla proposta arrivatagli dalla Scandone per la stagione 2016-2017, dovrà giocoforza arrivare ad una decisione definitiva. Il centro friuliano è conteso anche dalla Auxilium Torino (che sotto contratto ha già inserito gli italiani Mazzola e Fall) la cui offerta resta inferiore a quella della Sidigas che ha messo sul piatto un ingaggio di gran lunga superiore a quello percepito lo scorso anno a Cremona. Il nocciolo della questione risiede nei dubbi che il giocatore ha manifestato in privato sulla scelta di scendere in Irpinia e, nella fattispecie, legati a ragioni personali (la sua compagna lavora a Milano ndr).  Di qui la presa di tempo e la conseguente volontà di valutare anche l’offerta di Torino che non gli garantirebbe la vetrina europea.

Nel frattempo Alberani tiene d’occhio cosa accade sul mercato. In caso di fumata nera con Cusin, la Scandone doverebbe virare su due elementi comunitari che si dividerebbero il ruolo di centro titolare ed il cambio. Il nome che piace come alternativa al friuliano è Gani Lawal, statunitense con passaporto nigeriano portato in Italia dallo stesso Alberani alla Virtus Roma nel 2012.

Non tramonta la pista degli italiani con Fontecchio e Cerella che restano delle alternative ma occorrerà parlare con l’EA7 Milano. Difficile la pista che porta a Stefano Gentile, un nome che non entusiasma gli uomini del mercato biancoverde.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy