Fiba Europe Cup: lotta col cuore, Scandone è la serata della storia

Fiba Europe Cup: lotta col cuore, Scandone è la serata della storia

Giornate come queste sono belle da vivere già solo per l’attesa di un evento sportivamente indimenticabile come questo: c’è Venezia in gara 1 di finalissima, Avellino è pronta

di Davide Baselice, @davidebaselice

Serate come queste sono belle da vivere già solo per l’attesa di un evento sportivamente storico e senza precedenti per una realtà come Avellino e l’intera provincia. Si gioca la prima di due partite che mettono in palio un trofeo europeo, la Fiba Europe Cup. A contenderselo saranno Sidigas Avellino ed Umana Reyer Venezia, ai vertici del campionato italiano (veneti primi in classifica, irpini in quarta posizione) e pronte a scrivere il proprio nome nella bacheca della Fiba. Un percorso iniziato con la Basketball Champions League per entrambe le formazioni e scaturito poi nella “retrocessione” della Fiba Europe Cup, la quarta in ordine di importanza tra le competizioni continentali per club.

La Scandone, nel settantesimo anno dalla sua fondazione, vuol scrivere una nuova pagina di storia come accaduto giusto dieci anna al PalaMalaguti di Bologna quando fu alzata al cielo la Coppa Italia. Strani incroci ma che lasciano ben sperare. Palla a due di questa gara 1 alle ore 20:30 col palasport di contrada Zoccolari che dovrebbe accogliere circa 4000 spettatori ma sarà sold-out nelle curve ma non nell’intero impianto. Avellino vs Venezia è la nuova rivalità sul campo nata lo scorso anno prima coi quarti di finale della Basketball Champions League, poi nella semifinale playoff.  Ariel Filloy ritroverà la sua vecchia squadra con cui lo scorso anno ha vinto il tricolore e giocato la Final Four di Tenerife in BCL mentre l’assistant coach Gianluca Tucci tornerà a contendere qualcosa di importante alla sua città.

Il talento sul parquet non mancherà perchè coach Walter De Raffaele schiererà nel settore esterni il duo Dominique Johnson – Michael Jenkins mentre siederà in tribuna Edgar Sosa. I due saranno alcune nelle frecce nell’arco a disposizione della Reyer che potrà contare su Marquez Haynes e Austin Daye (decisivi domenica a Sassari), Hervoj Peric e Michell Watt o l’esperienza di Tomas Ress o l’energia di Stefano Tonut e Andrea De Nicolao o la pericolosità al tiro del recuperato Michael Bramos.

Venezia ha raggiunto in treno Napoli per poi prendere un bus in direzione Irpinia. Stamani prevista la seduta di rifinitura con la Sidigas che ieri ha lasciato a riposo precauzionale Shane Lawal che sarà in campo questa sera. E’ l’ora di scrivere la storia per la Sidigas Avellino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy