“Il blasone della Sidigas decisivo nel voler giocare qui”

“Il blasone della Sidigas decisivo nel voler giocare qui”

Cusin parla del suo arrivo ad Avelino: “Ritrovo grandi persone come Sacripanti, Leunen e Ragland”

Da mercoledí scorso Marco Cusin é ufficialmente il nuovo centro della Sidigas Avellino. Prima sua esperienza con una squadra campana dopo aver vissuto la sua ultima esperienza cestistica con la maglia della Vanoli Cremona. Le ragioni che lo hanno spinto ad accettare la proposta degli irpini le spiega cosí: “Mi ha spinto sicuramente la possibilità di  giocare una competizione europea, ma soprattutto di poter lavorare con una squadra che punta in alto. -afferma in un’intervista odierna rilasciata a “Il Mattino” – Lo ha già dimostrato nella  passata stagione, in cui ha fatto bene e ha raggiunto traguardi quali una semifinale scudetto e una finale di Coppa Italia.”

Ad Avellino Cusin (che giocherà il torneo Preolimpico a Torino con la Nazionale Italiana dal 4 al 9 luglio) ritroverà coach Sacripanti e due vecchi compagni di squadra a Cantú, Joe Ragland e Maarten Leunen: “Sicuramente. Se ho preso la decisione di venire a giocare ad Avellino è anche perché ci sono loro due, che sono due ottime persone oltre che ottimi giocatori”.

Ad attendere il pivot ci sarà una stagione col doppio impegno tra campionato e Champions League: “Penso che sarà una competizione dibuonlivello, incontreremo avversari forti e disputeremo partite che ci offriranno la possibilità di crescere”.

 

 

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy