“Imporre le proprie idee tattiche la chiave vincente della Sidigas”

“Imporre le proprie idee tattiche la chiave vincente della Sidigas”

Michelini (Rai Sport) elogia la gara 4 della Sidigas ma avverte: “La serie è ancora lunga e insidiosa”

Commenta per primo!

Resterà negli annali della storia della pallacanestro italiana il 97-54 con cui la Sidigas Avellino ha battuto ieri sera in gara 4 la Grissin Bon Reggio Emilia. Prestazione da incorniciare per il team di Sacripanti che è riuscito nell’impresa di impattare la serie contro il team di Menetti. Diversi sono i meriti che vanno riconosciuti ai biancoverdi ha affermato al termine dell’incontro Stefano Michelini, opinionista di Rai Sport che ha commentato il match al PaladelMauro per la tv di Viale Mazzini: “La Sidigas Avellino ha tratto forti convinzioni nel modo di opporsi alla Grissin Bon Reggio Emilia. Questa sera (ieri ndr) si è unita anche una questione psicologica con la spinta del PaladelMauro oltre a quella emotiva che ha riguardato il lutto di un compagno di squadra ovvero Acker. Ne è uscito fuori questo 30-10 al termine del primo quarto, un 44-0 di valutazione incredibile.”

La bravura della squadra biancoverde secondo l’ex coach di Venezia e Sassari è stata cambiare il piano partita rispetto ai primi due incontri: “C’è stata una crescita della Sidigas da gara 2 in cui già si erano visti dei miglioramenti. Reggio Emilia è partita con una difesa molto aggressiva giocando senza centri. E’ una squadra che gioca per il 40% del suo tempo con due ali. Se nelle prime due gare Avellino si era adeguata, nella terza sfida è riuscito ad imporsi col gioco interno. Giocando ogni quarantotto ore è un aspetto che può fare la differenza. Pensiamo che Nunnally, l’Mvp del campionato, pensa prima a passare la palla ai lunghi e poi a realizzare. E’ un grande segno di maturità al pari Green e Leunen i veri registi di questa squadra. Ragland gioca da guardia molto bene. Si è creato un equilibrio interessante.”

L’ottima prova di Veikalas costituisce un segnale atteso dallo staff tecnico biancoverde: “E’ tornato il Veikalas che conoscevamo. Ci hanno seguito anche dal suo paese in Lituania per questa partita. Adesso Avellino deve fare grande attenzione alla reazione di Reggio Emilia perché giovedì sarà tutt’altra partita. La Grissin Bon resta un’avversaria temibile e dalla grande solidità.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy