La Sidigas Avellino urla nel silenzio. Trento battuta 80-59. Serie riaperta sull’1-1

La Sidigas Avellino urla nel silenzio. Trento battuta 80-59. Serie riaperta sull’1-1

La cronaca della vittoria della Scandone in gara 2 su Trento

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Dopo le polemiche, dopo le squalifiche, i nervi tesi, si torna a giocare per gara 2 dei quarti di finale playoff tra la Scandone Avellino e la Dolomiti Energia Trento. Nel silenzio assordante del Pala Del Mauro, rotto dal rumore della gomma delle scarpe dei giocatori sul parquet, va in scena una gara fondamentale purtroppo senza pubblico che vede la vittoria della Sidigas Avellino che batte nettamente l’Aquila Basket Trento per 80-59. 

Era una gara quasi da dentro o fuori per la Scandone che doveva vincere per andare in Trentino in parità dopo la beffa di gara 1. E lo fa alla grande. Sacripanti dunque festeggia bene il suo 48′ compleanno con un bel regalo e tanta fiducia ritrovata.

La Scandone è scesa in campo con Filloy, Rich, Wells, Leunen e Fesenko. In risposta coach Buscaglia ha schierato Forray, Silins, Gomes, Sutton ed Hogue. Gara che vede subito la partenza sprint della Scandone nel silenzio del Del Mauro. Partenza grazie ad un impatto dominante di Kyrylo Fesenko, il grande assente di gara 1. Big Fes scava subito un solco importante, insieme a Wells che sembra trovarsi bene contro Trento, nelle 3 gare precedenti la sua vittima preferita. Avellino chiude il primo quarto sul 24-15. 

Trento però è viva grazie soprattutto alla grande verve nel rimbalzo in attacco, ben 14 solo nel primo tempo. Avellino vola a +11 ma Trento torna sotto con un break di 7-0 ad un solo possesso. Grazie anche a un grande Gutierrez. Avellino si aggrappa a Fesenko, Trento al gioco di squadra (34-30) a metà secondo quarto. A riscavare il solco è ancora Dez Wells, che con un gioco da tre riporta la Sidigas a +7. Il nuovo vantaggio in doppia cifra lo ha segnato Filloy con una bomba. Trento ci prova e chiude in attacco il primo tempo con l’errore da tre punti di Dominique Sutton. Si va all’intervallo sul 44-33 per la Scandone. 

Si ritorna con la Scandoen sempre a dominare. Trento con enormi difficoltà al tiro solo 14/45 al momento, la Scandone vola anche sul +15 a metà del terzo quarto, con Auda e Fesenko. I biancoverdi sono già a 17 assist in gara contro i 14 fatti in gara 1. A 3 minuti dalla fine del terzo quarto Scandone a +15 sul 53-38. Trento con solo 5 punti segnati in 7 minuti. Tripla di Scrubb per il +15 Avellino. Sulla sirena Renfroe infila il piazzato del +17 (60-43) col quale punteggio si va all’ultimo quarto.

Si riparte con un break di 7-0 di Trento ma Auda con 4 punti tiene lontano l’Aquila dal tentativo di rimonta già visto due giorni fa. Trento si innervosisce, ne fa le spese Beto Gomes che viene espulso a 3 minuti dalla fine. Torna a +17 la Scandone. Tripla di Rich che riscrive il vantaggio massimo per il +20 (70-50). Avellino continua a tartassare Trento, portandosi anche a +26 (76-50) con Filloy. La gara si trascina fino alla fine con la vittoria netta e rotonda della Scandone. Ingresso anche per Parlato che esordisce nei playoff 2018. Finisce 80-59 per la Scandone che vince e si porta 1-1 nella serie. Ora si va a Trento per gara 3 e gara 4.

 

TABELLINO

Sidigas Avellino 80-59 Dolomiti Energia Trento

Sidigas Avellino: Scrubb (3), Auda (11), Renfroe (5), Rich (12), Zerini (4), Fesenko (20), D’Ercole (0), Filloy (9), Leunen (5), Sabatino (0), Wells (11), Parlato (0). All. Pino Sacripanti. 

 

Dolomiti Energia Trento: Forray (0), Gomes (7), Hogue (8), Frake (8), Flaccadori (0), Lechthaler (2), Silins (5), Gutierrez (10), Conti (0), Czumbel (0), Shields (10). All. Massimo Buscaglia.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy