Sidigas Avellino, contro Brescia la gara della verità

Sidigas Avellino, contro Brescia la gara della verità

Nell’anticipo della quarta giornata di ritorno, la Sidigas Avellino ospiterà la Germani Basket Brescia

di Federico Contrada, @federicocontra6

Lunch match in programma per la Sidigas Avellino, che disputerà tra le mura amiche del Paladelmauro la partita contro Brescia, in programma per domani 9 febbraio alle ore 12. La Germani Basket Brescia, pur essendo soltanto al suo secondo campionato in massima serie, è già una solida realtà del panorama cestistico italiano: giunta terza lo scorso anno, in questa stagione ha esordito anche nelle competizioni europee (Eurocup), pur non riuscendo a superare il girone di qualificazione. L’anno scorso i lombardi riuscirono a battere gli irpini sia all’andata (a Brescia) sia al ritorno (ad Avellino), mentre invece nella gara di andata di questa stagione alla Sidigas riuscì il colpaccio di espugnare il Palaleonessa per 77 a 74.

Dal 27 ottobre, data di quella partita, ad oggi tuttavia molto è cambiato, soprattutto per Avellino. La formazione biancoverde giunge al match di ritorno della quarta giornata reduce da un pesantissimo filotto di sette sconfitte consecutive, di cui l’ultima (quella in Champions contro Ventspils) molto pesante perchè ha sancito la fine del cammino europeo della Sidigas. Per il roster allenato da Nenad Vucinic, dunque, la partita di domani è da vincere assolutamente, quantomeno per non aggravare ulteriormente una situazione già molto preoccupante.

La Germani, allenata da coach Diana, è anch’essa reduce da una brutta sconfitta, quella rimediata a domicilio contro Trieste in campionato. Una battuta d’arresto che ha interrotto una striscia di tre vittorie consecutive (ottenute contro Varese, Venezia e Reggiana), e che l’allenatore dei lombardi vuole assolutamente far dimenticare con una vittoria nella partita del Paladelmauro. Il morale della truppa bresciana, d’altronde, non può che essere buono: da un paio di settimane è rientrato in gruppo Luca Vitali, playmaker che detiene senza dubbio “le chiavi della squadra”, dopo un infortunio che lo ha tenuto fuori dal campo per oltre un mese. Un atleta fondamentale per la sua squadra, un leader che abbina talento ed esperienza (compirà 33 anni il prossimo 9 maggio), che sarà uno dei maggiori pericoli per la difesa della Sidigas.

Brescia, squadra che l’anno scorso ha ricevuto molti complimenti dalla federazione per il suo roster molto italiano, quest’anno ha invece acquistato due giocatori americani molto forti: si tratta di Jordan Hamilton, ventottenne ala di 2 metri, e Jared Cunningham (arrivato a stagione in corso per sostituire Bryan Allen) guardia tiratrice classe 1991. Entrambi hanno avuto esperienza in NBA, e stanno portando in dote una media di 27,5 punti( 12,8 Hamilton, 14,7 Cunningham); Hamilton ha più fisico di Cunningham, e si fa rispettare anche sotto le plance (media di 6,8 rimbalzi a partita). Cunningham è uno dei pochi tra i suoi compagni a comparire nelle top five delle statistiche di Lega: egli è infatti terzo in quanto a falli subiti (5,4 a partita); una graduatoria che tra l’altro è comandata dall’ala della Sidigas Caleb Green.

Risorse preziosissime per l’allenatore sono due cestisti di grande esperienza e sagacia tattica: l’italiano Bryan Sacchetti e l’americano David Moss. Il primo, 33 anni, sta giocando circa 21 minuti a partita con una media di 6,8 punti, 1,4 assist e 9,9 di valutazione; Moss, ex Siena Milano e Virtus Bologna, della Germani Brescia è il capitano, essendo approdato nella  società lombarda quando questa era ancora in Lega due. L’importanza di questo atleta per la sua squadra va oltre le statistiche; egli è infatti la guida, una sorta di allenatore in campo, grandissimo difensore e buon attaccante, uno che non si tira mai indietro nei momenti decisivi delle partite. La Sidigas dovrà fare molta attenzione a questo giocatore.

Brescia è tutto sommato una buona squadra che probabilmente ha reso meno di quelle che sono le sue potenzialità; ha pagato lo scotto del noviziato al doppio impegno settimanale, non avendo costuito un roster adeguato per competere su due fronti. Ma proprio da quando è terminata l’avventura europea, sembra che la Germani abbia ingranato una marcia in più in campionato, tornando ad essere la squadra così bella e vincente della scorsa stagione.

I tifosi della Sidigas Avellino si augurano dunque che anche alla loro squadra del cuore tocchi la stessa sorte, ossia quella di tornare alla vittoria dopo l’eliminazione dall’Europa. La partita non è proibitiva, e per Caleb Green e compagni sarà fondamentale ripartire dagli importanti segnali di ripresa messi in mostra in quel di Ventspils: un attacco che è tornato a segnare tanto in Lettonia, che dovrà tornare ad essere il punto di forza della squadra biancoverde d’Irpinia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy