Sidigas Avellino, la riflessione: bene i due punti, vietato esaltarsi però…

Sidigas Avellino, la riflessione: bene i due punti, vietato esaltarsi però…

La Scandone fa un altro passo in avanti nella conquista dei playoff ma occorre continuità

di Davide Baselice, @davidebaselice

Vincere aiuta a vincere. Nel caso della Sidigas Avellino un’espressione che potrà rivelarsi utile nel cammin futuro della formazione di Vucinic abile a riprendere per i capelli una gara, quella contro la Openjobmetis Varese, che nei primi venti minuti di gioco è sembrata a totale appannaggio per i lombardi. Il tecnico ospite, Caja, a fine gara ha parlato di inesperienza che ha colpito la sua squadra quando c’è stato da dover contenere la reazione irpina nata tutto dall’orgoglio di Harper e compagni. La domanda da farsi è una: premesse le assenze di gente come Filloy, Nichols e D’Ercole perchè Avellino ha regalato due frazioni agli avversari? Varese è apparsa una buonissima squadra ma non irresistibile. In difesa nel primo tempo la Scandone è stata inguardabile ed un pò di fischi arrivati all’intervallo (senza risparmiare nessuno) hanno dato la scossa al gruppo. Eppure la squadra, sempre tenendo conto dell’infermeria, ha avuto modo di allenarsi per una intera settimana senza problemi di impegno infrasettimanale europeo. Il successo contro la Openjobmetis diventa così importante in chiave playoff perchè la Sidigas va 2-0 negli scontri diretti proprio contro la Openjobmetis e tiene il passo dell’Happy Casa Brindisi (appaiata anch’essa a 26 punti) e della Vanoli Cremona che resta un gradino sopra i lupi dopo aver superato anche l’Oriora Pistoia. L’audacia ha premiato la Scandone in vista di un calendario che riserva la seconda sfida casalinga consecutiva domenica prossima contro la Grissin Bon Reggio Emilia (ore 19) prima di due trasferte con Venezia e Pesaro che lottano per obiettivi diversi ma che non accoglieranno i lupi col cosiddetto tappeto rosso. Avellino riparte così dopo un mese difficile sopratutto in termini di risultati ed infortuni ma il messaggio è chiaro: per restare in alta quota servirà giocare tutti i 40′ di partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy