Sidigas Avellino, l’ex Ciro Melillo tuona: “Società assente, Vucinic coach non all’altezza”

Sidigas Avellino, l’ex Ciro Melillo tuona: “Società assente, Vucinic coach non all’altezza”

Le parole dell’ex dirigente della Scandone, Ciro Melillo, sulla società biancoverde e su Vucinic

di Redazione Sport Avellino

La Sidigas Avellino è tornata in campo domenica dopo la sosta, subendo una bruciante sconfitta a Trento. La stagione della Scandone non sta piacendo a molti tifosi, ed ex dirigenti.

In particolare, intervistato da Il Mattino, l’ex dirigente della Scandone, Ciro Melillo, ha tuonato contro la società irpina, ha dato alcuni consigli a De Cesare ed ha ammesso come la scelta di coach Vucinic non sia stata felice.

Queste le sue parole: “A questa Scandone manca la società e lo dico senza problemi e con franchezza. Quando gestivo io la società Scandone, c’era un consiglio direttivo in cui ci vedevamo e indipendentemente dalla quote si partecipava per dire ognuno la sua opinione perchè tutti competenti di basket. A De Cesare, che è un grande imprenditore, voglio dare questo consiglio che per me è importante. Una riorganizzazione societaria sarebbe importante e darebbe benefici. Inoltre, vorrei capire chi gestisce il quadro societario, visto che Nicola Alberani è solo il ds. Servono figure competenti. Poi voglio andare sul lato tecnico. Con l’addio di Sacripanti serviva un coach esperto ed adeguato. Vucinic non è all’ altezza per me. E’ una persona per bene, ci mancherebbe ma ha un difetto, quello di allenare”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy