Sidigas Avellino, parla il mental coach: “Gli alti e bassi dovuti ai continui cambiamenti nel roster”

Sidigas Avellino, parla il mental coach: “Gli alti e bassi dovuti ai continui cambiamenti nel roster”

Roberto Castaldo della 4 Man Consulting analizza il cammino della formazione allenata da Vucinic

di Redazione Sport Avellino

Se Lorenzo D’Ercole è sulla strada del recupero per la sfida di domani alle ore 19:00 contro la Grissin Bon Reggio Emilia, resta in dubbio Ariel Filloy coi problemi alla schiena che stanno rallentando il recupero del regista della Sidigas Avellino. Vincere contro gli emiliani darebbe continuità e di risultati – dopo il successo interno contro la Openjobmetis Varese – e sul piano psicologico. Ed è proprio sulla condizione mentale dei biancoverdi che parla oggi lo specialista Roberto Castaldo della 4 Man Consulting, intervistato da Giovanni La Rosa su Il Mattino: “Aggiungere un elemento in squadra è come mettere un reagente. Giocando in continuazione, con partite tra coppa e campionato, lo staff tecnico non ha avuto il tempo di giocare sulla struttura organica, che poi consentirà alla squadra di avere un rendimento costante nel tempo. La Siena dei tempi d’oro aveva un roster ed uno staff definito, tutto ciò facilitava l’inserimento di pedine esterne”. 

Il consulente napoletano dice la sua anche sugli infortuni che hanno interessato il roster irpino nel corso della stagione i cui effetti sulla tenuta del gruppo non sono mancati:  “Nonostante cambino medici e preparatori il risultato non cambia, allora bisognerebbe agire diversamente. Dal punto di vista del performance management io analizzerei le serie storica statistica, trasformandola in numeri, per capire quale variabile ha un indice di correlazione maggiore, ovvero quale di queste variabili incide maggiormente e causa gli infortuni.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy