Sidigas “come sei bella” e…dominante: Pistoia schiantata in gara 1

Sidigas “come sei bella” e…dominante: Pistoia schiantata in gara 1

Nel primo appuntamento plaoff Avellino si impone contro la Giorgio Tesi Group

Bella, spietata, vincente. La Sidigas Avellino demolisce una irriconoscibile Giorgio Tesi Group Pistoia in gara 1 dei quarti di finale playoff. Supremazia sancita dal punteggio di 93-76 823 di Buva) e dalle statistiche che parlano di quattro uomini in doppia cifra ed un bel gioco offerto agli oltre tremilacinquecento spettatori accorsi.

Cornica mozzafiato e atmosfera da gran ballo quella che accompagna la squadra nei momenti antecedenti la palla a due. Apre le marcature Antonutti dalla lunga distanza ma Cervi comincia immediatamente a farsi sentire nell’area toscana con quattro punti ed aprendo la strada a Ragland che firma l’8-3 dopo tre giri di lancette ed obbliga Esposito al timeout dinanzi ad una Scandone che tira con 6/8 dal campo. Avellino prende confidenza col tiro dalla lunga distanza ed insacca due triple nel giro di un minuto con l’asse Leunen – Ragland. Ad interrompere il digiuno pe la Tesi Group è Czyz che apre la strada al rientro ospite guidato da Lombardi e Kirk. Il neo Mvp del torneo Nunnally firma la tripla che frena la grande energia biancorossa ed apre un break di 7-0 (con lo zampino di Veikalas e Buva) chiuso dal canestro e fallo di Blackshear.

Avellino continua a bombardare la retina avversaria da tre punti anche con capitan Green prima della replica che passa per la magia di Knowles (31-22 al 12’). La Scandone riesce a conservare un vantaggio rassicurante nonostante il n.5 toscano si carica la squadra sulle spalle. Green e Buva fanno capire chi è che comanda nell’impianto di contrada Zoccolari ed il folletto di Philadelphia è il primo a raggiungere la doppia cifra nel tabellino marcatori (11 punti al 15’). Pistoia non riesce ad impensierire del tutto la compagine casalinga che punisce gli spazi vuoti concessi dagli avversari come nel caso del no look di Leunen che manda a realizzare Buva (48-34). Amato e Knowles provano a tenere in striscia la Giorgio Tesi a pochi istanti dal rientro dall’intervallo lungo.

La Sidigas riparte con lo stesso piglio del primo tempo volando addirittura sul + 19 (64-45) con Acker che iscrive a referto i primi punti della formazione di un e soddisfatto patron De Cesare presente sugli spalti insieme al gran completo della dirigenza. Il cinismo della Scandone raggiunge livelli pazzeschi: i lupi provano a dare il colpo di grazia nel giro di pochissimi secondi: Nunnally insacca il suo tredicesimo punto e poco dopo Acker punisce una sanguinosa persa di Knowles con la tripla che vale addirittura il + 21 che manda su tutte le furie coach Esposito. I biancoverdi dominano letteralmente la scena tirando con percentuali elevatissime (10/19 da tre punti) che consente di mandare in ghiaccio il match già al suono della terza sirena.

Nella quarta frazione Sacripanti affida le chiavi della squadra a Green insieme ai cosiddetti gregari (Veikalas, Severini, Buva e Pini). Il lungo carpigiano si procura il fallo antisportivo di Kirk che spiana ulteriormente la strada agli irpini. L’assenza mentale della Giorgio Tesi Group Pistoia diventa quasi imbarazzante: la Scandone è un rullo compressore e Buva inchioda la schiacciata dell’85-58 a sei minuti dalla conclusione.

Si apre così la fase del garbage time col Severini pistoiese che prova a ridimensionare con la sua precisione da oltre l’arco. Non c’è tempo, però, di guardarsi allo specchio per la Scandone che già lunedì sera (20:30) ritornerà sul parquet di casa per gara 2 provando a mettere una serie ipoteca sulla serie così da affrontare la trasferta al PalaCarrara di mercoledì sera con maggior tranquillità ed un’altra certezza in più aggiunta a questo straordinario cammino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy