Sidigas, Fesenko ci crede: “Voglio la Fiba Europe Cup e sogno lo scudetto”

Sidigas, Fesenko ci crede: “Voglio la Fiba Europe Cup e sogno lo scudetto”

Alla viglia della semifinale contro il Bakken Bears il pivot ucraino suona la carica per questo rush finale della stagione

di Davide Baselice, @davidebaselice

11,5 punti e 7,3 rimbalzi nelle quattro gare di Fiba Europe Cup. Una delle certezze della Sidigas Avellino è Kyrylo Fesenko. Malgrado un ginocchio da monitorare costantemente ed un minutaggio che non deve andare oltre i venticinque minuti di utilizzo, l’ucraino si sta confermando un giocatore di impatto nelle fasi iniziali dei match. La vittoria di domenica pomeriggio contro la Vanoli Cremona ha restituito il sorriso al gruppo biancoverde e consegnato ulteriori motivazioni in vista dell’impegno di  domani sera alle 20:30 contro il Bakken Bears in gara 1 di semifinale: “E’ stato un mese e mezzo difficile per noi. – spiega il n.44 in una intervista rilasciata al portale ufficiale della Fiba Europe Cup –  Ma ora ci stiamo rimbalzando e stiamo cercando di riprenderci da tutte le nostre ferite. Penso che saremo più forti che mai per la fine della stagione e per i play-off. È molto importante per noi giocare bene questa coppa.

Bilancio più che soddisfacente in questa manifestazione europea arrivata dopo l’eliminazione al termine della prima fase della Champions League come spiega l’ex pivot degli Utah Jazz: “Penso che abbiamo mostrato un grande potenziale, penso che abbiamo giocato abbastanza bene in difesa. Contro la Juventus abbiamo iniziato con un pareggio in trasferta e penso che sia stato molto importante per la nostra fiducia giocare la gara di ritorno in casa col vantaggio del fattore campo. E sono solo orgoglioso della mia squadra perché non ci siamo abbattuti dopo l’uscita della Champions League e ci siamo rimessi duramente a lavoro perché penso che i nostri fans meritano la migliore prestazione.”

Fesenko spiega anche come sta vivendo questo grande momento che rappresenta una nuova pagina di storia della Scandone: “Mi avvicino personalmente ad ogni singola gara come verso un gioco che voglio vincere e vinco. Questa è la mia mentalità e penso che il mio team condivida questo obiettivo per ogni singolo match. Dobbiamo giocare per vincere, dobbiamo crederci. Abbiamo avuto qualche problema durante la Basketball Champions League e adesso dobbiamo raccogliere i pezzi. E lo abbiamo già fatto. Dobbiamo dare tutto ciò che abbiamo, non lasciare tutto per terra.”

Con la tifoseria del PaladelMauro il feeling è sbocciato nella passata stagione quando è diventato il beniamino di tutti. E la scena dell’inchino al termine di gara 6 della semifinale playoff contro l’Umana Reyer Venezia resterà negli annali della Scandone: “Siamo amati qui, diciamo solo questo. Anche il mio gatto che ha una piccola base di fan tra i miei follower su Instagram o Facebook. Sì, la gente è molto aperta qui: c’è grande supporto, grande squadra. Non sono sicuro di poter dire che questa è casa mia, ma Avellino ha conquistato uno spazio davvero enorme nel mio cuore e sarà permanentemente lì. Non importa cosa accadrà la prossima stagione o nei prossimi dieci anni ma Avellino sarà per sempre impressa nella mia anima e, fino a questo punto, ho solo ricordi piacevoli e solo sentimenti piacevoli e voglio continuare a farlo.

Per Fesenko la Fiba Europe Cup è un trofeo da voler vincere e condividere con tutto il popolo irpino alla pari del tricolore: “Vincere entrambi i campionati. Sarebbe davvero un successo. Non mi accontenterò di meno. Questo è il mio approccio, so che forse non tutti sono d’accordo, ma questo è il modo in cui sono abituato. Voglio vincere ogni singola partita. A volte, in realtà è un problema quando gioco con bambini o amatori fuori (ride).”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy