Sidigas, Sacripanti: “Segnando poco era difficile vincere, Fesenko? Piccolo risentimento”

Sidigas, Sacripanti: “Segnando poco era difficile vincere, Fesenko? Piccolo risentimento”

Il coach analizza il ko con Bonn: “Rotazioni corte, abbiamo peccato di lucidità in alcuni momenti”

Commenta per primo!

Al termine del match contro il Telekom Basket Bonn coach Stefano Sacripanti ha commentato così la sconfitta della sua Sidigas Avellino nell’ultimo match d’andata della Basketball Champions League: “Abbiamo avuto problemi a realizzare punti prendendo dei tiri non facili. Non abbiamo difeso male ma abbiamo tirato 9 tiri liberi contro i 24 degli avversari. Ho lanciato Fitipaldo in quintetto facendolo giocare anche da guardia mentre ci sono stati problemi di falli per Zerini.”

Gara che pregiudica il cammino? “E’ una coppa difficile con delle squadre forti. Non credo ci sia stato un approccio negativo ma il problema è stato tecnico. Qualche problema c’è stato nel dare la palla spalle a canestro.”

Condizione di Fesenko: “C’è qualche risentimento e la cosa non mi lascia del tutto tranquillo. Vedremo nelle prossime ore.”

Gara complicata: “Abbiamo dato tantisismo nella gara contro Venezia, poi nei successivi due giorni ci siamo un pò gestiti. Oggi è mancata un pò di brillantezza. Insieme allo staff abbiamo deciso di lanciare Bruno da guardia per fargli prendere ritmo. Avremmo preferito avere qualche rotazione in più. Sicuramente mancava il gioco in post basso di Fesenko e i punti di Jason. Si è vista poca lucidità in alcune fasi di gioco.”

Arbitraggio discutibile: “Oggi qualcosa di troppo è stato concesso ma non possiamo farci nulla.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy