Sidigas: tante idee ed occasioni nel mercato degli “italiani”

Sidigas: tante idee ed occasioni nel mercato degli “italiani”

Tra addii e mancati rinnovi Avellino vuol pescare tra i cestisti tricolore a caccia di un contratto

Come noto la prima regola nella costruzione di un roster nei campionati professionistici (con la possibilità di tesserare anche atleti comunitari ed extra-comunitari) è iniziare dal firmare i cestisti italiani, merce sempre più rara in serie A.

La notizia del giorno, riportata oggi dai colleghi di “Prima Pagina Reggio” è l’interessamento del Brose Bamberg per Riccardo Cervi (su cui c’è anche la Grissin Bon), centro che la Sidigas Scandone Avellino vorrebbe provare a trattenere per la prossima stagione ma senza cadere in aste o rilanci in stile tavolo da poker.

Qualora il pivot classe ’91 decida di non restare in Irpinia, Alberani concentrerebbe le attenzioni su Marco Cusin che è uscito dall’accordo con la Vanoli Cremona ma c’è la Consultinvest Pesaro che lo ha inserito tra i principali obiettivi di mercato.

Simone Fontecchio è vicino a siglare un accordo pluriennale con l’EA7 Milano (in caso di partenza per l’Nba di Alessandro Gentile dopo la finale scudetto). Tale scenario riduce al minimo le possibilità che il prodotto del vivaio Virtus Bologna possa accettare una proposta biancoverde ne tantomeno quella della Reyer Venezia da cui la Sidigas potrebbe pescare nello spot di ala – piccola ovvero Jeff Viggiano come ipotizza oggi “Il Mattino”. L’ex Biella non avrebbe ritenuto soddisfacente l’offerta di rinnovo presentata dalla dirigenza orogranata e Avellino (che fino a dieci giorni fa lo riteneva un obiettivo poco plausibile) potrebbe inserirsi nella corsa considerato che la Reyer vorrebbe confermare Michael Bramos stando a quanto scrive “Il Gazzettino”.

Nel ruolo di vice Leunen se Andrea Zerini (preferito a Valerio Mazzola) individuato la Sidigas come prima opzione per la stagione ventura dopo il quinquiennio in canotta Enel Brindisi, potrebbe ritornare d’attualità la pista che porta a Michele Vitali (come alternativa a Viggiano) che non proseguirà l’avventura con la retrocessa Obiettivo Lavoro Bologna ma, al tempo stesso, non è arrivata la fumata bianca nella trattativa con la Giorgio Tesi Group Pistoia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy