Un’orgogliosa Sidigas si arrende anche in gara 2 di semifinale playoff

Un’orgogliosa Sidigas si arrende anche in gara 2 di semifinale playoff

Reggio Emilia vince ancora al PalaBigi contro Avellino a cui non bastano Cervi e Buva

Non arriva il riscatto per la Sidigas Avellino che cade anche in gara 2 di semifinale playoff contro la Grissin Bon Reggio Emilia per 86-78. L’orgoglio e la grinta dei biancoverdi non basta ad avere ragione del team biancorosso che si impone guidato dai 13 punti di Gentile e Kaukenas.
Menetti schiera Polonara dal primo minuto ed è una delle novità rispetto alla sfida di mercoledì sera. Sacripanti conferma lo stesso quintetto. E’ una magia di Aradori a sbloccare il match ma Joe Ragland replica dall’altra parte dando il via al sorpasso biancoverde che vede protagonista l’ex Riccardo Cervi che ne iscrive quattro punti in un amen. Il tassametro. Avellino colpisce lì dove la Grissin Bon è più debole ovvero all’altezza del gomito con uno scatenato Cervi che allarga la forbice fino al 15-8. I padroni di casa replicano con la mano educata di Lavrinovic che produce un break personale di 7-2 intervallato dal primo canestro di Green. Reggio fa sentire il fiato sul collo degli avversari e Needham regala l’illusorio sorpasso a cui replica Pini dalla lunetta.
Sacripanti mischia le carte rimettendo Acker. Buva riprende a macinare in area mentre Nunnally brucia sul primo passo Aradori. La gara sale di tono in entrambe le metà campo ma non ne beneficiano le percentuali con quattro attacchi che non producono alcunché. la Grissin Bon è poco reattiva nel secondo quarto in cui la Sidigas vola sul 25-32 al 15’ con un Cervi che sale a quota tredici punti. La reazione dei locali non si fa attendere: l’uscita dai blocchi di Della Valle innesca un fallo sul tiro da tre punti dell’ex Ohio State che converte il gioco da quattro punti. Nei tre minuti conclusivi il fattore è Stefano Gentile che scuote gli animi con sette punti consecutivi che valgono il sorpasso (41-34) ad un minuto dal rientro dagli spogliatoi.
Reggio Emilia ricomincia con le idee maggiormente chiare almeno nei primi istanti con Kaukenas e Polonara che scuotono gli animi del PalaBigi. La capacità di Cervi di saper prendere posizione in area guida la Sidigas al rientro nel match con la freccia del sorpasso messa proprio dal centro reggiano ce eguaglia anche il record di punti stagionali. L’esperienza di Kaukenas gli fa guadagnare un fallo di Green (che soffre la marcatura di Needham) che risistema le cose. La Scandone non demorde con Buvama Gentile, Needham e Della Valle respingono l’assalto con un controbreak di 9-0 al suono della terza sirena.
E’ il solito Buva a suonare la carica per Avellino nell’ultima frazione ma Reggio continua a far male dalla luna distanza approfittando della serata poco entusiasmante di Acker (gravato di quattro falli) e Nunnally. Polonara e Lavrinovic indirizzano l’incontro che deve registrare l’infortunio alla caviglia per Cervi (distorsione) ed una serie di errori al tiro degli ospiti che confermano l’inerzia a favore della Grissin Bon.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy