Novara? L’Avellino spera nello “scherzetto” di Tesser

Novara? L’Avellino spera nello “scherzetto” di Tesser

Un passato da eroe.
Così potremmo definire il periodo in cui Attilio Tesser sedeva sulla panchina del Novara, prossimo avversario. Una cavalcata storica, dalla serie C1 alla serie A in appena due stagioni. Il Novara dopo 55 anni tornò in massima serie, togliendosi anche la soddisfazione di battere 3-1 l’Inter tra le proprie mura. Quell’anno Tesser si aggiudicò la panchina d’argento, finendo tra i più quotati allenatori in circolazione. Il resto è storia, ma il presente è da scrivere. Sabato il mister tornerà nuovamente al Silvio Piola, ma questa volta lo farà da avversario, cercando di giocare un brutto scherzo alla sua vecchia compagine, forse quella con cui è riuscito ad esprimersi meglio. Lo ha già detto diverse volte, per lui col Novara è una sfida speciale, proprio come lo era contro la Ternana. Lo stesso Tesser, quando era a Terni, uscì imbattuto dal Piola strappando un ottimo 1 – 1. Già, Terni. Anche lì Tesser era stato accolto da re, nonostante il suo lavoro con le “fere” non avesse dato gli stessi frutti di Novara. I tifosi lo applaudirono con entusiasmo, pronunciandolo come “il miglior allenatore di B”.
Certo, una grande accoglienza.
Certo, anche lì per Tesser fu speciale.
Certo, però… 0-3 e tutti a casa.
Tesser ha già dimostrato di non soffrire le pressioni, di non farsi carico di pensieri eccessivi e di non cadere in distrazioni fatali. E chissà che anche sabato non giochi un tragico scherzetto alla sua ex squadra!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy