Asd Taekwondo Avellino, 2 ori 2 argenti e 2 bronzi per i ragazzi di Iuliano

Asd Taekwondo Avellino, 2 ori 2 argenti e 2 bronzi per i ragazzi di Iuliano

Commenta per primo!

Ancora successi per l’Asd Taekwondo Avellino che, sabato 24 e domenica 25 ottobre, ha partecipato al I Open Napoli Dream Cup che si è svolto al palasport di Villaricca.  La squadra guidata dal maestro Alfonso Iuliano porta a casa sei medaglie: 2 ori 2 argenti e 2 bronzi. Sabato spazio ai cadetti con Morena De Fazio (categoria -47, verdi e blu), che vince l’oro mostrando una cresciuta maturità mentale e tattica nel riuscire a controllare e gestire il combattimento. Nessuna medaglia ma un’ottima prestazione per Alessio Guerriero che non riesce a rientrare nella sua categoria ed è costretto a gareggiare nella – 45.  Guerriero, dopo un primo combattimento contro un avversario molto più slanciato, vinto con grande determinazione, si ritrova contro un candidato scomodo al titolo della categoria. Ci prova fino all’ultimo, ma i caschetti elettronici non rilevano due calci al viso e nel tentare una rimonta perde qualche altro punto che lo costringe a fermarsi ai quarti.  Una buona prestazione anche per Lucio Ceruso (nere – 45) che passa il primo turno per poi perdere gli ottavi, e Andrea Della Sala (cat. – 49 blu e verdi) che è costretto al ritiro ai quarti di finale per un brutto infortunio al gomito. Giornata amara per i Cadetti B Ciro Parisi (cat. -33 verde e blu), Mattia Argenio (-37 verde e blu) e Franco Picariello (rosse nere – 37) che non riescono a superare i loro avversari. Vincenzo Giaquinto (cat blu verdi + 65) non riesce a entrare in gara e, sopraffatto dall’emozione, preferisce gettare la spugna.

La domenica regala un altro oro alla squadra grazie a Giuliano Iovini (categoria senior + 87 rosse) che vince la finale contro un atleta molto più prestante con una incredibile grinta e carica, sicuro di sé, assesta punti precisi su corazza e caschetto con un’ottima tattica e gestisce il vantaggio fino all’ultimo. Il medagliere si arricchisce con l’argento di Elena Matarazzo (cat senior nere – 49) che scende sul tatami nonostante un infortunio al collo. Con tanta voglia di riscatto e tanta concentrazione passa i quarti di finale rimediando un infortunio al ginocchio. Tento la semifinale vincendo per k.o. tecnico, ma si vede costretta a cedere la finale ad un’avversaria molto valida, pur combattendo fino all’ultimo. Argento per Alessandro Guarino (cat + 87 nere) che si aggiudica la semifinale facendo sfoggio di tecnica e abilità ma è poi costretto a cedere la finale contro un pluricampione, riesce a mettere in difficoltà fin da subito, non si arrende nonostante la prestanza e l’abilità del suo avversario e tenta una rimonta fino all’ultimo. Bronzo per Grazia Moccia, che passa ai quarti e cede la semifinale. Un ottimo percorso per questa atleta che di gara in gara mostra miglioramenti incredibili e una grande grinta. Un altro podio arriva con Jonny Mignone (cat junior – 59), ottimo atleta che non riesce a dare tutto se stesso per un problema di respirazione nella semifinale e si aggiudica il bronzo.  Dopo aver vinto due combattimenti con molta concentrazione, perde la semifinale con il vincitore della categoria. Nessuna medaglia per Pasquale Renzullo (junior cat. – 74) costretto al ritiro al primo round per un infortunio.  Per lui, come per gli altri che non sono saliti sul podio, non manca però l’appoggio della squadra e del maestro.

“Sono molto soddisfatto dei risultati – dichiara infatti Iuliano, premiato durante la manifestazione per aver contribuito a realizzare l’evento – anche gratificare chi vince è molto semplice. Quello che mi preme, invece, è sostenere anche chi non è riuscito ad andare a medaglia. Il nostro – conclude – è un percorse fatto di tappe, l’importante è non arrendersi davanti alle sconfitte e andare sempre avanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy