Basket, Sacchetti rilancia: “Pronto a rivincere con Sassari”

Basket, Sacchetti rilancia: “Pronto a rivincere con Sassari”

“Ho parlato con il presidente Sardara, ci siamo spiegati perchè è giusto spiegarsi, perchè erano successe delle cose particolari. E’ giusto che uno tiri fuori tutto quello che ha. Ce lo siamo tirati fuori a vicenda, poi andiamo avanti così. E’ tutto”. Meo Sacchetti, a pochi giorni dalla conquista dello storico scudetto con la Dinamo Banco di Sardegna, annuncia in diretta su Sportitalia la sua permanenza a Sassari. Quindi parlando delle sue sensazioni dopo quasi tre giorni dal successo in gara 7 a Reggio Emilia, il coach dei sassaresi, dice: “Sono stanco, perchè sono ancora in giro di qua e di là, perciò me la gusterò la prossima settimana”. Quindi a chi ha paragonato il successo della Dinamo a quello del Cagliari di Gigi Riva, rivela: “Questa cosa era già venuta fuori con Gigi Riva l’anno scorso, lui aveva fatto una profezia e si è avverata. Logico avendo vinto dopo il calcio il campionato più interessante a livello di squadra, perchè ci saremmo noi e la pallavolo dopo il calcio come secondo sport d’Italia. Sotto questo aspetto è importante, poi è importante per tutta la Sardegna. In un momento difficile, siamo riusciti a legare un pò con tutta la Sardegna, partendo da Sassari, come eravamo una volta, adesso siamo veramente l’immagine di tutta la Sardegna, siamo contenti di questo e abbiamo reso orgogliosa tutta una regione”. Sacchetti, poi, rivela che la convinzione di potersi giocare le proprie carte per lo scudetto è arrivata “quando siamo andati in Coppa Italia, dal secondo tempo contro Cremona siamo cresciuti molto. Probabilmente sia nella semifinale con Reggio Emilia, sia nella finale con Milano, abbiamo giocato la nostra miglior pallacanestro di tutto l’anno, perchè abbiamo abbinato una buona difesa ad un attacco abbastanza equilibrato, con intensità. E lì ci siamo visti sicuramente più forti di quello che eravamo. Poi abbiamo avuto questa flessione perchè ci credevamo troppo più forti e allora abbiamo preso un paio di schiaffi e siamo tornati un pochino sulla terra. Ma penso che dopo la Coppa Italia ci fosse un pochino più di convinzione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy