Città di Mercogliano: lo sfogo del patron sulla mancata cessione del campo

Città di Mercogliano: lo sfogo del patron sulla mancata cessione del campo

“Il Mercogliano deve giocare qui”. Questo lo striscione che porta la firma del gruppo Bronx davanti al cancello del cantiere del campo sportivo. Oramai la situazione è diventata grottesca visto sono anni che Mercogliano non ha più il suo campo per giocare. Molte sono state le vicissitudini che si sono verificate ma nulla è cambiate. Purtroppo la città di Mercogliano continua a rimanere senza campo sportivo e chi come l’ASD città di Mercogliano vuole fare sport è costretto a inventarsi qualcosa. Infatti la società guidata dal presidente Sarti,  riesce a fare sport e a giocare le partite di terza categoria solo grazie all’impegno dei suoi atleti che hanno sistemato il campo di Ospedaletto per gli allenamenti e sono costretti a giocare le partite di campionato sul campo di Monteforte che per giunta non può ospitare tifosi essendo le tribune inagibili. Lo striscione per la cronaca è stato rimosso ed è stato duro il commento del presidente dell’ASD Città di Mercogliano: “Lo striscione che i ragazzi del gruppo dei Bronx avevano affisso al cancello del cantiere del campo sportivo è stato rimosso da chi pensa che nascondendo la cosa si limita la Verità di una situazione che ormai è diventata Grottesca, non è rimuovendo i ” Sogni ” e le speranze di questi grandi piccoli uomini che si risolve il fatto. Lo striscione può essere rimosso quello che c’è dentro no. Io non prendo mai posizione su faccende che vanno oltre il ruolo istituzionale che ricopro e cerco di non occuparmi di Politica perché a Me lo ripeto interessa fare Sport ma qui si è passato il limite della decenza”. (Mercoglianonews)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy