Il nuovo “equilibrio” di Tesser che piace a tutti: benvenuto al sud, mister

Il nuovo “equilibrio” di Tesser che piace a tutti: benvenuto al sud, mister

Dopo la vittoria con la Virtus Entella il presidente Taccone in una presenza a sorpresa in conferenza stampa elogiò il lavoro di mister Tesser e della squadra e dopo essersi felicitato della scommessa vinta nel puntare sulla professionalità e le qualità del tecnico di Montebelluna asserì che: “Tesser ora ha anche perso un po’ di quella freddezza del nord e acquisito alcune caratteristiche del nostro sud, della nostra piazza che fanno sempre bene”. Che qualcosa nella “seconda vita” di Attilio Tesser ad Avellino, dopo la sconfitta di Trapani, sia davvero cambiato? Difficile a dirsi ma quella di Taccone appare quasi una conferma legata a piccoli segnali, a una tranquillità mentale ritrovata ma anche a un carattere più forte sempre nella signorilità che contraddistingue mister Tesser. Una maggiore “fermezza” in conferenza stampa, esultanze non all’ordine del giorno e anche denti stretti e pugni alti a bordo campo quando le cose non vanno bene sembrano aver dato al tecnico di Montebelluna quel qualcosa in più che la piazza chiedeva.

Se glielo facciamo notare in conferenza stampa lui torna il Tesser di sempre: “Non so se ho espresso fredezza, non è parte mia essere freddo e non lo è essere particolarmente caldo, cerco di essere solo equilibrato. Non so l’umore della mia faccia se poteva cambiare per voi, dentro di me sono stato e sono sempre molto sereno, se fuori ho trasmesso qualcosa di diverso mi dispiace ma non era quello che avevo dentro. Quando le cose non vanno bene si è giustamente preoccupati ma la tensione e la concetrazione è la stessa di un mese fa”. E’ vero, tutto vero. Tesser è senz’altro un uomo equilibrato che ha sempre dato il meglio e non ha mollato un centimetro. Anche quando è stato in difficoltà non si è sottratto alle colpe e ammettendo eventuali errori di valutazione continuando a lavorare a testa bassa. Sfumature direbbe qualcuno, punti di vista di chi è attaccato anche a questo: ai modi di fare, di gesticolare, di urlare o di tenere la calma in maniera diversa. Qualcosa del vero lupo si è acceso dopo Trapani e speriamo che il tecnico biancoverde la porti sempre con se perchè ci piace di più il Tesser di adesso e il suo nuovo “equilibrio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy