Marcolin: “Con il Perugia partita alla nostra portata. Se sono qui è perchè qualcosa non andava bene”

Marcolin: “Con il Perugia partita alla nostra portata. Se sono qui è perchè qualcosa non andava bene”

Nella consueta conferenza stampa alla vigilia del match di campionato il tecnico Marcolin parla del match contro il Perugia

Al Renato Curi l’Avellino dovrà tornare con una vittoria per scacciare definitivamente i fantasmi della retrocessione. La zona pericolosa della classifica in caso di un risultato negativo risucchierebbe i lupi con un finale di campionato al cardiopalma. Marcolin nella consueta conferenza stampa pre gara parla del match contro i grifoni: “Bisogna ripartire dal secondo tempo contro il Pescara dove la squadra ha creato e avuto occasioni importanti. Un Avellino che è piaciuto e quella deve essere la strada da percorrere. La cosa più importante è la mentalità che nella ripresa con il Pescara c’è stata e dalla quale dobbiamo ripartitre. Domani sarà una partita difficile ma alla nsotra portata. Entrambe le squadre hanno due ottimi organici e loro di sicuro venderanno cara la pelle. Bisoli può contare su un’ottima qualità in avanti e abbiamo studiato bene le contromisure da adottare. Ora è tempo di essere piu pratici e pensare al concreto solo cosi potremmo fare un finale di stagione tranquillo”.

Poi Marcolin si sofferma anche su alcune critiche piovute sul suo operato: “Sono tre settimane che sono qui e si dimentica che abbiamo incontrato la prima della classe e il Pescara, una delle squadre meglio attrezzate. Io vado avanti per la mia strada, probabilmente se sono qui è perchè qualcosa non andava bene o c’erano dei problemi. Non ho la presunzione di dire arrivo e faccio miracoli ma conosco solo il verbo lavorare perchè possano arrivare i risultati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy