“Attendevo una chiamata in Italia, trascinerò Venezia nei playoff”

“Attendevo una chiamata in Italia, trascinerò Venezia nei playoff”

ll neoacquisto orogranata Jeremy Pargo debutterà contro la Sidigas Avellino

E’ il primo di due possibili innesti in vista degli imminenti playoff per la Reyer Venezia. Jeremy Pargo ha le idee chiare sulla sua prima avventura italiana con la compagine veneta. Ieri la guardia ex Maccabi Tel Aviv ha sostenuto la prima seduta di allenamento coi nuovi compagni: “Mi aspetto un’avventura importante e interessante. Giocare i playoff è sempre stimolante così come il campionato italiano. Sono carico al punto giusto.” – ha affermato in conferenza stampa la guardia americana spiegando le ragioni della scelta dopo stagioni in cui ha militato in top team europei come il Cska Mosca: “E’ un discorso di mentalità, voglio sempre puntar a vincere, voglio portare la mia squadra a vincere. Gioco in un ottimo club e adesso cercherò di dare il mio contributo per la causa.”

Da ultimo arrivato Pargo è pronto a mettersi a servizio della squadra: “Per prima cosa cercherò di mettermi al servizio della squadra che gioca insieme da nove mesi. Voglio aiutarli mettendoli in gioco e provando a dare il mio contributo in attacco.”  L’ex giocatore di Gonzaga ha trovato in squadra una vecchia conoscenza dei tempi del College: “Conosco Mike Green perché ho giocato contro al College e in Russia. Mi piace molto come gestisce le partite e dirige la squadra. E’ un vero leader. Mi sono sentito con lui prima di venire qui.”

L’impressione del gruppo è piuttosto positiva: Dal primo allenamento ho trovato un ottimo gruppo ed un eccellente coach che conosce il gioco. Dalle prime parole scambiate ho trovato una persona competente. Dai prossimi allenamenti mi aspetto di entrare ancor di più nei meccanismi offensivi.”

Pargo ha sottoscritto un accordo sino al 30 giugno dopo aver chiuso qualche settimana fa la sua esperienza in Cina con i Lions Zehjiang Guangsha: “La reputo molto positiva e formativa. Ho trovato un buon gruppo di ragazzi e purtroppo non siamo riusciti a superare il primo turno di post season. Ho lavorato duro, mi sono sempre allenato e poteva capitare una occasione questa che non potevo perdere.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy