Basket Avellino- Ansia da prestazione, Sidigas cosa succede?

Basket Avellino- Ansia da prestazione, Sidigas cosa succede?

La sconfitta contro Varese scalda l’ambiente prima del decisivo ritorno di Champions League di mercoledì

Forse, per la prima volta, la Sidigas Avellino è in crisi. La quarta sconfitta di fila maturata sul parquet del Pala del Mauro contro Varese inasprisce ancor di più i risultati di queste ultime settimane e conferma la pessima salute della squadra. Ancora una volta la Scandone ha buttato via un consistente vantaggio, +9 al termine del primo tempo, smettendo di muovere il pallone e vivendo lunghi periodi di siccità all’inizio del terzo e del quarto periodo. Unico a salvarsi Levi Randolph, autore di una prova da 20 punti (di cui 11 nell’ultimo quarto nel quale è stato l’unico a segnare dal campo) e ultimo ad arrendersi alla sconfitta. Quella che sta vivendo la squadra di Sacripanti è un’involuzione strana e difficilmente spiegabile, che mostra due squadre molto diverse nell’arco della stessa partita: una in grado di muovere il pallone e creare tiri qualitativamente validi e un’altra che ferma il pallone e che cerca, e spesso non trova, soluzioni al ventiquattresimo secondo e in condizioni precarie, di solito per iniziativa dei singoli. Logan rimane ancora un giocatore estraneo al sistema e nonostante la grande partenza non è riuscito ad essere continuo anche nel secondo tempo ed è rimasto sostanzialmente a guardare i compagni nell’ultimo quarto; Thomas sembra un giocatore molto diverso da quello visto sul finire dello scorso anno e all’inizio di questo 2017; Green e Leunen, infine, appaiono incapaci di trascinare i compagni, fattispecie nella quale sono sempre stati decisivi, e il risultato finale è una squadra che appare fragile ed incapace di gestire quello che di buono riesce a costruire. La gestione degli ultimi secondi, caratterizzata da un’indecisione generale sul come e quando commettere fallo, è la dimostrazione dello stato mentale di tutta l’organizzazione che sembra presa alla sprovvista da questo improvviso calo. La partita contro Varese, dunque, ha acuito i problemi che Avellino aveva già e che i crediti accumulati grazie alla grande prima metà di stagione avevano nascosto e mette la Sidigas in una situazione delicata a soli tre giorni dal decisivo ritorno di Champions League contro Venezia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy