Basket – La Scandone alla prova Betaland

Basket – La Scandone alla prova Betaland

Nella partita di domani mattina la Sidigas proverà a difendere il terzo posto.

Commenta per primo!

La gara del PalaFantozzi di domattina non sarà una gara facile. La Betaland Capo d’Orlando è affamata e desiderosa di rialzare la testa. La squadra di Di Carlo, diventato capo allenatore proprio grazie ad una vittoria dei biancoverdi contro Capo, viene da un periodo nero, fatto di 4 sconfitte in fila che hanno messo a rischio quanto di buono fatto in tutto il campionato. L’attuale settimo posto non fa dormire sogni tranquilli alla Betaland e c’è da scommettere sul fatto che domani i giocatori daranno l’anima per non vanificare quello che hanno costruito. Di Carlo potrà contare su un nuovo innesto, il polacco Pawel Kikowski, già MVP nel campionato polacco nel 2013 e reduce da ottime stagioni. L’ultimo arrivato è la conseguenza della perdita di Archie e porterà in Sicilia la sua efficacia al tiro. Anche Ivanovic, che non ha fatto rimpiangere Fittipaldo, Stojanovic, Tepic e Diener daranno il loro contributo alla causa. Da non dimenticare Antonio Iannuzzi, avellinese che sta trovando molto spazio con la Betaland. Avellino, dal canto suo, potrà contare su rotazioni più allargate grazie a Shawn James e cercherà di ritrovare un Ragland in formato playoff come quello visto contro Cantù. Per la Sidigas i due punti sono preziosi per continuare a mantenere il terzo posto e per cercare di oliare ulteriormente i meccanismi in vista della post-season, in modo da farsi trovare pronta anche se Fesenko non dovesse farcela. La Scandone, inoltre, deve cercare di invertire il trend in trasferta, dove ha vinto solo una delle ultime sei partite. Per queste ragioni la partita di domani sarà molto complicata ed è stata, giustamente, definita da Sacripanti come “quasi decisiva”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy