Basket, Serie A: il punto sulla settima giornata di campionato

Basket, Serie A: il punto sulla settima giornata di campionato

Analizziamo quanto accaduto dopo la settima giornata di regoular season di Serie A.

Archiviata nel week end la settima giornata di Serie A di Basket. Una giornata che ha visto la settima vittoria consecutiva di una sempre più straordinaria Leonessa Brescia, corsara a Bologna nel posticipo, inseguono a ruota la solite Milano, Venezia e Torino tutte vittoriose e poi c’è la Scandone, anche se alla presa con molti infortunati, riesce a stare attaccata al treno delle primissime. Dopo queste 5 un pò di vuoto. Da segnalare la prima fondamentale vittoria di Reggio Emilia che si schioda dallo zero in classifica e comincia a respirare.

Ma analizziamo gara per gara quanto accaduto in questo settimo avvincente turno di campionato.

Ovviamente partiamo dal sabato che ha visto disputarsi ben 3 anticipi. Partiamo dalla convincente vittoria dell’Olimpia Milano a Trento. I meneghini hanno vinto per 55-74 contro una Dolomiti Energia davvaro irriconoscibile. Partita sostanzialmente equilibrata fino all’intervallo lungo, con Milano a chiudere avanti solo di 2 punti, dopo che però era stata sotto per diverso tempo. Nel terzo periodo si spegne la luce per il team di coach Buscaglia che incassa un break di 20-10 che li mortifica e di fatto consegna la sfida a Milano, che nel finale allunga anche oltre il +20. Mvp della gara per l’Armani Jordan Theodore autore di 18 punti ma bene a 16 anche Goudelock. L’Olimpia risponde bene così alla mortificante sconfitta in settimana patita in Eurolega in casa contro lo Zalgiris Kaunas.

Arriva la prima vittoria della Grissin Bon Reggio Emilia e che vittoria, contro una sconcertante Pistoia, che arriva solo a 42 punti, contro i 90 dei Reggiani. Sfida che vede finalmente Reggio Emiia staccarsi dallo 0 in classifica e respiarere un pò dopo un difficile inizio. Difficoltà che invece arrivano a Pistoia che dopo un discreto avvio incappa nella quita sconfitta di fila, aprendo una crisi di gioco e risultati. Della gara nulla da dire, Reggio Emilia ha dominato dall’inizio alla fine. Mvp Julian Wright con 20 punti, ma bene anche Della Valle con 18. Per Pistoia tanto tanto da lavorare.

A chiudere la serata del sabato la gran bella gara tra Cantù e Venezia, vinta dall’Umana al supplementare per 92-93. Ennesima sfida vinta punto a punto dagli uomini di De Raffaele tra campionato e Champions League. Gara sempre molto equilibrata al Pala Desio, con una Venezia che nei primi quarti ha sempre avuto il controllo del risultato per poi dover rincorrere nel finale, quando Cantù sembrava poter vincere in volata. Col punteggio di 84-84 si arrivava all’overtime. Un overtime che Cantù subito aveva approcciato bene, scappando via, ma senza fare i conti col rientro dei campioni d’Italia che con Orelik (20) e Haynes (19) avevano la meglio di un punto. Venezia continua dopo il ko con Torino la sua marcia ai pimi posti, Cantù si ferma ma dimostra una netta crescita rispetto ad inizio campionato.

Arriviamo a domenica dove alle 12.00 abbiamo assistito alla vittoria della Scandone per 65-61 su Varese. Avellino ottiene la quarta vittoria su 4 in casa, continuando a tenere il passo dei primi in graduatoria. Partita non spettacolare e con molti errori dal tiro da ambo le parti, con Varese che sembrava poter controllare la gara nei primi due quarti, ma al rientro dall’intervallo la Scandone ha cambiato marcia, col solito Rich e un ottimo Wells. Avellino a 4′ dalla fine trovava anche il +10 che sembrava chiudere la gara ma alcune orrori e palle perse dai campani riaprivano la contesa, con Varese che addirittura a pochi secondi dalla fine superava la Scandone. C’ha pensato Rich però a trovare i punti finali decisivi e a regalare i due punti fondamentali alla Sidigas. Mvp Dez Wells, autore di 16 punti. Da segnalare l’ottima prova di Lollo D’Ercole che ha chiuso con 10 punti. Per Varese bene Okoye e Pelle.

La sfida ad alta quota tra la Fiat Torino e la Vanoli Cremona se la aggiudica una lanciatissima Torino per 88-80. Quarta vittoria consecutiva per gli uomini di Banchi e sesta su 7 partite. Unico ko quello di Avellino alla terza giornata. Una Torino che però ha sofferto tanto contro una Cremona che ha trovato le giuste energie all’avvio, portandosi anche sul +10 e chiudendo avanti all’intervallo lungo di 5 punti (34-39). La chiave del match e del successo torinese sta nello straordinario terzo periodo disputato, chiuso un un mega parziale di 32-17, consentendo alla Fiat di giungere sul +10 all’ultimo quarto. Nel finale, nonostante i tentativi veementi della Vanoli, la Fiat ha ottenuto un ottimo e fondamentale successo. Mvp della gara Mbakwe con 21 punti, ma bene i soliti Vujacic (17) e Washington (15). Per Cremona sconfitta ma tanto ottimismo per il futuro visto che la squadra è più che mai viva.

In un vero e proprio scontro diretto per la salvezza arriva la fondamentale vittoria della VL Pesaro che batte a domicilio l’Happy Casa Brindisi per 80-75. Brindisi veniva dal primo importante successo in campionato contro Avellino e Pesaro da una serie non brillante. La gara è stata molto aperta con un grande inizio dei pugliesi, capaci di portarsi anche oltre i 10 punti di vantaggio a metà secondo quarto. Pesaro però lentamente non ha perso la calma e ricuciva già a 7 punti lo svantaggio all’intervallo lungo per poi piazzare due quarti finali importantissimi che regalavano il sorpasso e la vittoria in rimonta ai marchigiani, che staccano proprio Brindisi portandosi a quota 4. Mvp della gara Moore con i suoi 23 punti, fondamentale per la vittoria dei suoi.

Il risultato più incredibile e inaspettato arriva da Sassari dove una coriacea Capo D’Orlando piazza il blitz imponendosi 88-81. Dopo un ottimo equilibrio nel primo periodo, Capo D’Orlando ha giocato i due quarti centrali in maniera sublime, ammazzando la gara e arrivando anche ad un vantaggio di 15 punti. Nel finale la fatica di coppa ha fatto il suo per entrambe le squadre con Sassari che per poco non ne approfittava per rientrare in partita ma alla fine la vittoria è siciliana. Mvp della gara Justin Edwards con i suoi 24 punti. Per Sassari la migliore prestazione di giornata in Serie A di Bamforth (26 punti) non è bastata alla vittoria.

Infine analizziamo il settebello di Brescia che con una gara al cardiopalma sbanca anche Bologna 74-76. Partita che ha visto la Leonessa approcciare meglio la gara nel primo periodo, allungando di 6 punti, per poi venire ripresa dalle V nere. Il terzo quarto, chiuso 20-7 per la Virtus Bologna, sembrava il preludio al successo felsineo, che arrivava all’ultimo quarto con 9 punti di vantaggio. Ma nel finale, una strepitosa Brescia guidata da Luca Vitali (nella sua Bologna) e con Marcus Landry, riusciva con le unghie a strappare il successo. Mvp della gara come detto Landry con 16 punti. Per Bologna solita grande gara di Gentile e Aradori ma dopo Milano arriva un’altra sconfitta al fotofinish ed è già la quarta sconfitta che arriva nel finale.

In virtù della partite appena analizzate la classifica dopo 7 giornate è la seguente. Comanda Brescia con 14 punti. Inseguono a 12 Venezia, Milano e Torino. Poi c’è Avellino a 10. Poi a 6 un gruppone pazzesco formato da Bologna, Cremona, Sassari, Varese, Capo D’Orlando e Cantù. A 4 c’è Pesaro, Trento e Pistoia, chiudono a 2 Reggio Emilia e Brindisi.

Uno sguardo ora veloce a cosa ci riserverà la prossima giornata, l’ottava di regoular season, ultima prima della pausa nazionale. Apre il sabato una gara che sembrerebbe scontata, con la lanciatissima Venezia che ospita in casa al Taliercio una Pistoia in crisi di gioco e risultati. Sempre sabato una bella sfida tra Cremona e Reggio Emilia, con la Grissin Bon che testerà sul parquet di una Vanoli in forma se la crisi è davvero passata. Domenica alle 12.00 nel lunch match Brescia proverà l’ottava vittoria di fila contro Capo D’Orlando reduce già da un blitz esterno importante e quindi da non sottovalutare. Trento-Pesaro è una gara per allontanarsi dalle zone bassissime di classifica e provare a respirare un pò. Chi divesse perdere di certo si inguiaierebbe la classifica. Brindisi-Bologna gara che vede due squadre alla ricerca di punti: Brindisi per staccare l’ultimo posto e Bologne per non staccarsi dal treno delle top in classifica. Alle 18.15 ecco una bella sfida tra l’Armani Milano e la Scandone, un bel banco di prova per entrambe che sono tra le migliori squadre del campionato. Varese-Sassari sarà una gara con due squadre a 6 punti e che vorranno ingaggiare la zona alta di classifica. Chiude il posticipo serale tra Torino e Cantù.

L’appuntamento col nostro focus sul basket è per lunedì prossimo, quando analizzeremo l’ottava giornata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy