La serie A alza il sipario: Milano contro tutti, da Torino a Capo D’Orlando è sfida aperta

La serie A alza il sipario: Milano contro tutti, da Torino a Capo D’Orlando è sfida aperta

Alle 12 l’anticipo tra Enel Brindisi e Dolomiti Energia Trentino

Dopo il successo nella Final Four nella Supercoppa Italia, l’EA7 Emporio Armani Milano comincia oggi la sua ‘difesa del titolò. L’Olimpia di Repesa sarà ancora la squadra da battere nella nuova regular-season, che i campioni d’Italia inizieranno in Sicilia, in quel PalaFantozzi in cui hanno già conosciuto il sapore amaro della sconfitta. Il debutto è infatti contro la Betaland Capo d’Orlando  che ha già fatto sapere di voler vendere cara la pelle. Le ex ‘scarpette rossè non avranno a disposizione Raduljica, che sarà rivalutato all’inizio della prossima settimana, Mantas Kalnietis, che accusa anch’egli un problema alla caviglia, e Alessandro Gentile, rimasto a casa per ulteriori allenamenti individuali. Recuperato anche se non al 100% Bruno Cerella, che aveva saltato la seduta di ieri per una forma di dissenteria. “E’ la prima partita, in trasferta, su un campo caldo come quello di Capo d’Orlando: si tratta quindi di una gara pericolosa, che affrontiamo con l’obiettivo di non avere cali di tensione e giocare una buona partita”, avverte Repesa. “Milano è forte e ha molte più armi di noi, ma anche noi ne abbiamo alcune e le dovremo azionare al meglio”, controbatte Di Carlo. Esordio nel campionato italiano per Dragic.

Il primo turno della nuova Serie A prenderà ufficialmente il via a mezzogiorno, allorchè scenderanno in campol’Enel Brindisi e la Dolomiti Energia Trentino. “Abbiamo grande voglia di fare bene e siamo pronti, sul pezzo, anche se dovremo stare attenti a gestire al meglio l’emotività che tutte le prime stagionali si portano appresso”, le parole alla vigilia di Buscaglia.

Il grosso del programma è alle 18.15. Tornata dopo 28 anni nel massimo torneo, la Germani Brescia è di scena nell’impianto della Consultinvest Pesaro e Andrea Diana non nasconde che si tratta di una partita che “ci dà grandi emozioni. Personalmente esordisco da capo allenatore del massimo campionato italiano, coronando uno dei grandi sogni della mia vita: da giocatore non ero mai riuscito ad disputare il campionato di serie A e mi ero prefissato l’obiettivo di arrivarci da allenatore. Ma la gara di domani è solo un punto di partenza”. “Giochiamo contro una squadra esperta, è una finta neopromossa – non si fida Piero Bucchi – Giocano bene, hanno talento e molti atleti che hanno già giocato in serie A e quindi conoscono molto bene il campionato. Quanto a noi, dovremo difendere e passarci la palla al momento giusto. Senza difesa non vai da nessuna parte”.

La Sidigas Avellino, appena battuta da Milano nella finale di Supercoppa, ospita al PalaDelMauro la Fiat Torino, che ha appena firmato il play Parente. Dopo aver chiuso a quota 2412 tessere la campagna abbonamenti, la Pallacanestro Cantù testerà la forza del suo roster contro l’Umana Reyer Venezia con Rimas Kurtinaitis al debutto in Italia. “Siamo un pò in ritardo sul normale ruolino di marcia di una pre-stagione visto che è solamente da 10 giorni che possiamo contare sul roster al completo – ammette il coach dei lombardi – Per questo domenica dovremo essere concentrati più su noi stessi che sull’avversario cercando di fare una buone prestazione di squadra”.

De Raffaele, dal canto suo, spiega che domani servirà “grande umiltà, quella che dovrà esserci per tutta la stagione per fare le nostre cose. Ress ha iniziato ad allenarsi con la squadra: è il capitano e viene con noi”. I vice campioni d’Italia della Grissin Bon Reggio Emilia vanno a far visita alla Pasta Reggia Caserta mentre lunedì sera si giocano i due posticipi che chiudono la giornata inaugurale. Alle 20.30 il Banco di Sardegna Sassari sfida la Openjobmetis Varese, appena entrata nella fase a giorni della nuova Champions League; alle 20.45 il match del PalaRadi tra Vanoli Cremona e The Flexx Pistoia. “Adesso si cancella tutto, si dimenticano le gare della preseason e si gira pagina, si fa pallacanestro vera e vediamo quale sarà la reazione della squadra”, le parole di Pasquini, coach di Sassari, convinto però di avere tra le mani un gruppo che “ha una bella chimica”. “Il nostro obiettivo reale è quello di rimanere in serie A. Sappiamo quali sono i nostri pregi e i nostri difetti, però la grande voglia di questi ragazzi mi fa essere ottimista”, fa sapere da Pistoia coach Esposito. Per i toscani, intanto, un nuovo rinforzo: da Pesaro ecco in prestito il play classe ’97 Brandon Solazzi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy