La Sidigas Avellino non si ferma più. Espugnata Brindisi 70-68, quarta vittoria di fila per la Scandone

La Sidigas Avellino non si ferma più. Espugnata Brindisi 70-68, quarta vittoria di fila per la Scandone

La cronaca della gara tra l’Happy Casa Brindisi e la Sidigas Avellino

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Reduce dalla vittoria sull’Armani Milano, la Scandone si rituffa nel 2019 con tanta determinazione e con l’intenzione di continuare da dove aveva lasciato, ovvero 4 vittorie di fila (tra campionato e Champions) dopo la debacle di Trieste e l’appunto citata impresa contro l’imbattuta, fino al 3o dicembre scorso, Milano.

La Sidigas è chiamata ad una nuova trasferta, quella di Brindisi, per iniziare il 2019 e per la penultima giornata del girone di andata. Il derby del Sud, così è ribattezzata da anni la gara tra Brindisi e Avellino, una gara però sempre molto sentita per una rivalità che c’è tra le due compagini. Animi accesi alla vigilia anche grazie alle parole al veleno del presidente di Brindisi, Fernando Marino, in merito al tesseramento di Young da parte degli irpini.

La Scandone gioca per difendere il secondo posto attuale in classifica, in coabitazione con Venezia, Cremona e Varese. Brindisi invece vuole vincere per tenere aperte le speranze di qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia di Firenze che ci saranno tra un mesetto circa. Sfida anche in panchina con l’ex Vitucci alla ricerca di riscatto e l’ex Banks dall’altra parte, solo una meteora ad Avellino. Sidigas senza i noti Ndiaye e Costello, ma recupera il capitano D’Ercole anche se il fiorentino ha dei problemi alla schiena. In estate Brindisi ha vinto sempre con i lupi nella pre season.

In un clima davvero molto caldo, Brindisi e Avellino si sfidano a ritmi elevatissimi. Sono i campani a partire alla grande con un mini parziale di 9-2, iniziato proprio dal contestato Patric Young. Sykes si riconferma il miglior marcatore del campionato delle ultime 3 giornate, mandando in crisi i pugliesi costretti subito al time-out dopo 5 minuti sul 12-4 per gli irpini. Contro parziale di 4-0 di Brindisi che si riporta a contatto di 4 punti. Deve uscire Young per due falli, entra Campani. Si segna poco, Brindisi accorcia anche a meno tre ma ci sono diversi errori da ambo le parti. Sul finale Moraschini segna il piazzato del 15-16. Si va al primo intervallo con la Sidigas avanti di una lunghezza.

Avellino che riparte subito con una palla persa, la settima in 10 minuti e quindi Brindisi va avanti di 3 punti ad inizio secondo parziale, dopo aver rincorso per tutto il primo periodo. Risponde però subito Sykes per un 4-0 per l’immediato contro sorpasso irpino sul 22-21, con Sykes già a 10 punti. Si tira e si segna poco da 3 al momento da ambo le parti. Sblocca questa statistica Lollo D’Ercole per il +5 Sidigas sul 26-21 al 14′. Torna Young e segna anche il +7, 28-21 Scandone. Zanelli però ci pensa subito con un gioco da 4 punti, a riportare Brindisi a -2 (27-29). Tripla di Banks per il -1 di Brindisi a 3 minuti dall’intervallo lungo. Con un gioco da 3 di Brown, Brindisi si porta avanti di 2 punti, sul 33-31. Ancora Brown per il +4 Brindisi, al quale risponde però Nichols che riporta la Scandone a -1. Con due magie sul finale, di Brown e di Caleb Green, si va all’intervallo sul 39-36 per l’Happy Casa Brindisi. Già 10 palle perse per la Scandone e solo un 3/11 dal tiro da 3, arma devastante nelle ultime settimane.

Subito tripla di Nichols per incominciare il terzo periodo per il pareggio a 39-39. Poi Caleb Green con due punti per il 41-39 Avellino. Ottimo inizio Scandone come il primo quarto. Banks però restituisce il nuovo vantaggio all’Happy Casa. Filloy con due magie però riporta Avelino avanti, ma risponde Banks dall’altra parte che riporta Brindisi a +4. Banks scatenato e regala il +6 a Brindisi. L’ex della gara è un fattore in questo momento. Tripla di Caleb Green a tenere aggrappata Avellino, per il -3, a 2 minuti dalla fine del terzo periodo. Tripla di Caleb Green sulla sirena del terzo quarto per la parità a 53. Si arriva all’ultimo quarto in perfetta parità.

Si riparte con un bel canestro di Chappel per il +2 pugliese. Risponde però da 3 Caleb Green, terza bomba di fila e Avellino dal -6 al +1 grazie all’ex Sassari. Avellino va anche sul +3 grazie a Kifer Sykes, Risponde subito Zanelli per il + 2 Brindisi, ma pareggia Young a quota 62. Gara molto bella. Tripla di Banks in faccia a Green per il +3 Brindisi. Filloy infila il piazzato del -1 Avellino a 5 minuti dalla fine. Sul finale errori da una parte e dall’altra, con poca lucidità per entrambe le compagini a fare da padrona. Ci pensa Sykes a segnare il sorpasso Avellino sul 66-65. La Sidigas non sfrutta un paio di occasioni per allungare ma anche Brindisi non segna. Si arriva all’ultimo minuto con Avellino avanti sul 66-65. Fallo di Chappel su Nichols. L’americano fa 2/2 e + 3 Sidigas a 42 secondi da giocare con la Scandone avanti 68-65. Tripla di Moraschini sbagliata, fallo su Filloy che fa 1/2. Dall’altra parte tripla di Banks per il -1 Brindisi a 14 secondi dalla fine. Fallo su Nichols che fa 1/2. Avellino avanti solo di due punti 70-68. Ultimo attacco di Brindisi. Tripla di Banks sulla sirena ma sbaglia.

Allora Avellino vince 70-68 a Brindisi. 18 punti per Caleb Green, 16 per Sykes e Nichols. Per Brindisi inutili i 24 dell’ex Adrian Banks.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy