Sidigas Avellino, altra rimonta subita. Trieste espugna il PalaDelMauro 97-96

Sidigas Avellino, altra rimonta subita. Trieste espugna il PalaDelMauro 97-96

Terza sconfitta consecutiva per la Scandone che vede mettersi male la situazione in classifica

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Terza sconfitta consecutiva della Scandone che si arrende in casa all’Alma Trieste. Una gara che sembrava chiusa, come a Pesaro, dopo due quarti, quando Avellino era anche sul +18. Poi bene l’Alma, capace di regalare l’overtime alla Scandone ma di vincere lo stesso, anche se con qualche decisione arbitrale davvero inspiegabile nel finale. Vittoria giuliana 97-96, con Trieste che vede i playoff. La Scandone invece ora rischia davvero di scivolare via dalle top 8.

LA CRONACA

Vincere o si torna a casa. Così ha detto Vucinic in conferenza stampa ieri mattina per presentare la sfida con Trieste. Una gara, che, effettivamente, vale molto per la Scandone, che vista la classifica e i risultati di ieri, rischia moltissimo di qualificarsi ai playoff, nel caso i risultati continuassero a balbettare.

Trieste dal canto suo arriva carica, dopo un ventello rifilato in casa a Cremona, anche se sta vivendo la situazione societaria dell’Alma, ormai nota alle cronache nazionali.

Sidigas  a roster completo, con Udanoh acciaccato che parte dall’inizio. Dalle rotazioni è stato estromesso Silins. Trieste è senza Peric e con qualche acciaccato di troppo. C’è da riscattare anche la figuraccia dell’andata, con il -40 subito a Trieste. Chiaro, impossibile recuperare lo scarto punti, ma il successo è fondamentale anche per riportare entusiasmo nell’ambiente.

Vucinic parte con 5 americani Sykes, Harper, Nichols, Green e Udanoh. E la scelta lo premia, con la Scandone che parte a missile volando subito sul 14-6, con le triple di Sykes e Harper, che parte con 5 punti. Avellino che scappa anche a +9 con una tripla di Campogrande (entrato al posto di Nichols). Già 19 i punti avellinesi dopo soli 6 minuti di gioco. Trieste resta aggrappata al match grazie a Da Ros autore già di 11 punti e già season high per lui. Avellino dal +11 toccato, in un amen si riporta a -4 sul 23-19. Sulla sirena del primo quarto, una tripla di Sykes porta la Scandone sul +7, sul 26-19. 

Si riparte con 2 punti di Mosley che riportano Trieste a -5. E’ Campogrande con un’altra tripla a riportare la Sidigas a +8. Trieste torna a -4, sempre con Da Ros straordinario, ma Avellino da 3 vola. Due triple di fila di Filloy e Campogrande portano Avellino sul +10 sul 35-25. Per Campogrande già 3 triple e 9 punti. Ancora Campogrande, ad aggiornare il season high, che vale i suoi 13 punti. La Scandone scappa anche a +15, sempre con le triple. Una percentuale di 8/13 per la Sidigas. Altra tripla, stavolta di Filloy, che vale il più 18 (45-27). La miglior squadra dal tiro da 3 del campionato, l’Alma, è 0/7 da 3. Trieste però non molla e sfrutta un piccolo calo da 3 della Scandone e tanti errori dai liberi (ben 5) per riportarsi a – 12. Si arriva all’intervallo lungo sul punteggio di 50-38 per la Scandone. 

Si ritorna in campo con Trieste che torna a -8 con 4 punti di fila di Mosley. Avellino però risponde e torna a +12 immediatamente. Ma Trieste è viva. Avellino cala dal tiro da 3 e i giuliani si riportano a -5. Trieste invece si sblocca da 3 e arriva anche a -2, gara riaperta. Avellino va anche a +3, ma Dragic con una tripla di tabella segna la parità a quota 61. L’azione successiva, Knox, segna i 2 punti del vantaggio giuliano sul 63-61. Sulla sirena, Sykes segna due punti per il 63-63. Si arriva all’ultimo quarto in perfetta parità ma con Avellino capace di farsi rimontare 18 punti, un pò come a Pesaro.

Si torna sul parquet con Trieste a segno da 3 con Fernandez. Risponde da 3 Caleb Green. Si prospetta un finale punto a punto. Trieste torna a +2, poi Sykes con un gioco da 3 regala il nuovo vantaggio alla Scandone sul 71-70. Nuovo sorpasso triestino con Sanders. Trieste che va anche sul +3 a 5 minuti dalla fine. Risponde da 3 Nichols per la parità a quota 75. Risponde da 3 l’ex Cavaliero per il nuovo +3 Trieste. Ancora Knox protagonista per il +5. Massimo vantaggio Trieste a +7, con Fernandez, a 2 minuti dalla fine. Sykes riavvicina Avellino a -5. Ancora Sykes, dice che non è finita a 100 secondi dalla fine, segna il -3. 

Sykes è devastante e Avellino torna a -1 quando inizia l’ultimo minuto di gioco. La partita è ancora viva. Wright segna il +3, Sykes sbaglia la tripla del pareggio ma Nichols corregge il tiro per il -1. Tripla di Sanders a 23 secondi dalla fine per il +4 Trieste. Fallo su Sykes che fa 2/2 dai liberi. Poi Trieste perde clamorosamente palla e Harper segna il pareggio a 87 a 7 secondi dalla fine.  Trieste sbaglia il tiro finale e allora si va ai supplementari sul punteggio di 87-87.

I primi punti sono di Trieste che va a +2. Due liberi di Sanders per il +4 giuliano. Green riporta Avellino a -2. Nichols e Udanoh riportano Avellino a +1. Ma Dragic da 3 segna il nuovo +2 Trieste. Pareggia Udanoh a 94. Poi un fischio osceno contro Sykes manda Mosley in lunetta che ne segna uno. Poi fallo su Harper che va in lunetta. Li segna entrambi e Avellino è avanti di 1. Segna Dragic a 7 secondi dalla fine. Ultima azione per la Scandone. Trieste avanti 96-97. Ultima azione Avellino ma sbaglia tra le polemiche. Ancora un episodio arbitrale dubbio. Vince Trieste 97-96.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy