Anna Vecchione a SportAvellino: “Lupi ai playoff per la piazza”

Anna Vecchione a SportAvellino: “Lupi ai playoff per la piazza”

La giornalista di Irpinianews Anna Vecchione a SportAvellino commenta il momento dei lupi. A cinque gare dal termine, la squadra di Rastelli è ancora in lotta per un posto nei playoff che valgono la massima serie. Le abbiamo chiesto le sue impressioni sul momento dei biancoverdi e se l’Avellino può ambire al grande traguardo.

1) Avellino dopo la vittoria di Livorno ha smarrito un po la bussola. Secondo lei il problema è mentale, atletico o perché no anche tecnico-tattico?

Effettivamente l’Avellino vista contro i toscani al “Picchi” non si vede da un pezzo in campo. Se si tratta di un problema mentale? Beh, perché no, potrebbe essere…d’altronde, a poche giornate dalla fine del campionato, il senso di responsabilità, per qualsiasi squadra che lotti per un obiettivo ambizioso come l’Avellino, cresce a dismisura. E non dimentichiamo che nel nostro caso, nulla è ancora scontato visto che siamo con più di una contendente alle calcagna che lotta a denti stretti per la zona spareggi. L’Avellino di Rastelli, con i suoi 54 punti, in condominio con Pescara e Spezia, ha sciupato, a mio avviso, tante, troppe occasioni. Soprattutto nelle ultime due gare con Varese ed Entella, dove si è visto poco gioco e scarsa motivazione. Una squadra che lotta per i play off non si lascia soffiare il secondo posto deludendo una piazza calda ed appassionata come Avellino. Questo magnifico ed esigente pubblico non merita giocatori appagati e rinunciatari come quelli visti con l’Entella… E non faccio di un’erba un fascio… Ma gente motivata, che si suda la maglia e la onora sul serio… Se si tratta di un problema tecnico tattico o atletico è competenza dello staff e dell’allenatore intercettarlo. Certo, un po di corsa in più, ogni tanto vorrei vederla!

2) Secondo lei se non arriviamo ai playoff è una stagione fallimentare? Beh si anche se vedere per un altro anno l’Avellino, più che salva, in serie B, non è cosa di poco conto. La società, ad inizio stagione dichiarò di voler migliorare la posizione in classifica rispetto all’anno precedente, arrivare ai play off, giocarli e d eventualmente vincerli. Io me lo auguro. Se così non dovesse essere, da tifosa dell’Avellino prima, da giornalista sportiva poi, ringrazierò ancora una volta la famiglia Taccone per gli sforzi ed i sacrifici che sola continua a sostenere per farci vivere il calcio in questa provincia.

3) Crede nella post seson? Voglio crederci. L’Avellino deve rientrare nei play off. Lo deve alla piazza che l’ha sempre elogiata, alla società che l’ha sempre sostenuta e al mister che per mano l’ha guidata in un campionato difficile ed importante come quello cadetto. Molto dipenderà dai giocatori, ripeto. Dovranno ritrovare grinta, ferocia e determinazione. Rastelli avrà commesso degli errori, sbagliare e’ umano, ma questo gruppo non può mollare la presa e cullarsi sulle critiche e le polemiche che negli ultimi giorni, molti addossano al tecnico. I veri uomini ed i grandi professionisti lottano come guerrieri per la maglia e non abbassano mai le armi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy