Tesser: “Lo spogliatoio non ha nessun problema. Sono a rischio? Noi allenatori lo siamo sempre”

Tesser: “Lo spogliatoio non ha nessun problema. Sono a rischio? Noi allenatori lo siamo sempre”

Due giorni difficili per l’Avellino dopo la sconfitta con il Trapani caratterizzati dalla voglia di riscatto con la possibilità di effetuarla subito con la Pro Vercelli in casa. Mister Tesser analizza l’incontro nella consueta conferenza stampa alla vigilia del match: “A livello fisico non ci sono molti miglioramenti ma a livello mentale possiamo cambiare approccio dopo quello che è successo nel primo tempo di Trapani e avere lo stesso atteggiamento del secondo tempo. Sotto questo aspetto sono fiducioso di un recupero mentale”.

Al di la delle sciocchezze commesse dai singoli, nella trasferta di Trapani non si è visto una grande prestazione del centrocampo: “La squadra era lunga, non compatta, ha sofferto in mezzo al campo, è stata una rincorsa continua dei centrocampisti, tutto passa dal possesso palla cosa che non abbiamo fatto perchè abbiamo sbagliato molto, siamo mancati in questa fase, dobbiamo far meglio la fase di possesso perchè siamo poco propositivi, e se la difesa va sotto pressione è perchè facciamo poco possesso palla”.

Poi una battuta sul modulo anche in vista dei recuperi di Nica e Arini e del probabile ritorno al 4-3-1-2: “Giocheremo con questo modulo. Rischio si, ma io spero di far bene per l’Avellino, ringrazio la società per la fiducia, io oltre che a lavorare con la massima serietà non posso, mi sento a rischio ma sono molto sereno perchè devo dare tranquillità ai miei giocatori”.

Troppi infortuni sono un dato di fatto, quando si perde di solito il gruppo si disgrega, e dopo le parole di D’Angelo il mister accenna al termometro di questo spogliatoio: “E’ uno spogliatoio sano e non ci sono problematiche, c’è chi viene dai dilettanti, chi viene da un altro paese ci sono diversi fattori, se i giocatori rendono al meglio la qualità cresce, quando le cose vanno meno bene magari succede qualcosa. Non c’è nessun problema di spogliatoio. C’è sempre uno che paga per tutto giustamente o ingiustamente, io ho un rapporto buono con la squadra, sono contento per le parole spese a mio favore da qualche tesserato e sicuramente non faccio tutto giusto, alcune volte riconosco di aver fatto qualche errore però è chiaro che nessuno conosce i giocatori come li conosco io”.

Sulle scelte fatte a Trapani e su un’eventuale ripensamento Tessere è categorico: “Rifarei tutto cambiando l’impostazione tattica e schierando il mio 4-3-1-2, ho messo la difesa a cinque per dare più garanzia e fiducia ai miei perchè avevo percepito una certa preoccupazione. Il cambio Trotta-D’Attilio l’ho fatto perchè D’Angelo e Bastien erano molto stanchi e ho cercato di rinforzare il centrocampo, se avessi avuto Mokulu avrei messo lui ma non era disponibile, era in panchina ma non in forma”.

Sull’incontro di domani Tesser spiega che: “Castaldo ha fatto 90 minuti, dopo ieri ha avuto la febbre vedremo la stanchezza che ha accumulato, se non partirà dall’inizio sarà sicuramente importante. Stanno tutti e due bene sono a disposizione e Mokulu ha fatto il primo allenamento con la squadra ma non ha perso la condizione fisica, anche Roberto sta bene, giocherà. Dobbiamo stare molto attenti, loro giocano in contropiede, hanno vinto a Salerno giocando di rimessa e ha giocatori in avanti molto veloci dobbiamo stare attenti a mantanere il campo e non farci sorprendere, dobbiamo dimostrare cattiveria e avere difucia e soprattutto dobbiamo essre propositivi”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy